24 aprile 2008

I MIMETISMI DELLA MENZOGNA parte prima


Proseguiamo con una nuova puntata dedicata all'Apocalisse per cercare di capire di più dei significati del perchè ci troveremo tra un po' di tempo nella morsa di un feroce sistema dittatoriale, (che cadrà per mano del Figlio di Dio Gesù Cristo) ma per comprendere meglio dobbiamo partire da molto lontano.....

In Apocalisse leggiamo il più solenne ammonimento mai dato al mondo, cui la maggior parte della gente ignora completamente: “E un altro, un terzo angelo, tenne dietro a quelli, dicendo con gran voce: Se qualcuno adora la bestia e la sua immagine e ne prende il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà anch’egli del vino dell’ira di Dio mesciuto puro nel calice della sua ira: e sarà tormentato con fuoco e zolfo nel cospetto dei santi angeli e nel cospetto dell’Agnello.(Apocalisse 14:9,10). Dio rivela che tutte le nazioni sono state già ingannate da “Babilonia la grande”, la madre delle meretrici e delle abominazioni della terra. Il nostro Signore chiama il Suo popolo fuori da Babilonia. Ma chi è realmente Babilonia? Questa misteriosa donna che siede sopra una bestia di colore scarlatto come descritto in Apocalisse 17:1,8 ?...

è da premettere che il culto di lucifero parte da molto lontano e si snoda attraverso tutte le civiltà dell'uomo. Si legge ancora: “E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, ma riapparirà.”(in questo mondo...oggi). il culto di lucifero si trova attraverso la stregoneria babilonese, egiziana, il druidismo, gli indiani americani, ed è fin dall'antichità volto a cercare di rovesciare e sottomettere tutti i governi e tutte le religioni, unire il mondo in un unico governo mondiale e esaltare lucifero come l'unico dio di questo mondo. Il culto dell' “angelo di luce” attraverso le stregonerie antiche è oggi presente con milioni di uomini e donne membri-apostoli della “wicca”, la wicca è la versione moderna del druidismo e stregoneria egizia e babilonese. Gli apostoli di lucifero hanno usato nel passato, e stanno usando nel presente, delle società segrete, il comunismo, banche internazionali, facciate sociali e anche cristiane (naturalmente false) per espandere e consolidare i loro piani e azioni. Il loro primario obbiettivo è stato sempre quello di rovesciare il culto di Gesù Cristo e il vero cristianesimo utilizzando varie forme di guerra subliminale ( scienze della mente ) e la forza fisica. questo complotto per distruggere tutte le religioni e tutti i governi in modo che un ordine mondiale luciferiano possa essere stabilito, è oggi quasi completato. In quella che è conosciuta come l'”era dell'acquario” o “il movimento della nuova era” ( new age ). in latino si chiama Novo Ordo Seclorum ( Nuovo Evo) l'età dell'”illuminazione,” l'età degli “Illuminati.”

 
affronteremo ( in due puntate...e con pazienza ) come il falso “angelo di luce” sia presente nelle ere degli uomini e come nella storia sia stato adorato con ignoranza o consapevolezza, anche attraverso i sistemi astrologici del culto del sole. Il paganesimo adorava il dio sole che in realtà era satana, abbatteremo tutti i camuffamenti di questo impostore attraverso i sistemi nascosti in cui si è nascosto e nasconde oggi. Il capitolo relativo alla grande Babilonia e alla bestia che sale dall'abisso sarà affrontato più avanti nel modo più attento possibile. Adesso per comprendere meglio qualsiasi di queste cose dobbiamo tornare indietro nella storia, al tempo di Adamo ed Eva, e al tempo di Noè e Nimrod.

delle tracce di lucifero ci forniscono L'origine della MENZOGNA: “E il serpente disse alla donna: ‘No, non morrete affatto;”(Genesi 3,4). e anche l'origine della falsa religione è iniziata con lucifero, in Isaia 14:12 leggiamo: Come mai sei caduto dal cielo, o astro mattutino, figliuol dell’aurora?! Come mai sei atterrato, tu che calpestavi le nazioni?! Tu dicevi in cuor tuo: ‘Io salirò in cielo, eleverò il mio trono al disopra delle stelle di Dio; io m’assiderò sul monte dell’assemblea, nella parte estrema del settentrione; salirò sulle sommità delle nubi, sarò simile all’Altissimo’ Invece t’han fatto discendere nel soggiorno de’ morti, nelle profondità della fossa!

È stato lucifero ad “unire” gradualmente tutto questo mondo in un unico governo mondiale coi suoi piani per respingere il Creatore. Lucifero è stato prima della sua caduta l'angelo, il “figlio del mattino” con la carica più alta accanto a Cristo in presenza di Dio. Egli era in paradiso ed è stato il cherubino “portatore di luce” se avesse rivelato subito i suoi scellerati piani per l'universo, in cui il peccato e la ribellione a quel tempo non erano noti, non si sarebbe guadagnato molti seguaci, il suo piano per rovesciare il governo del Cielo è frutto di una lunga e attenta pianificazione. Poco a poco lucifero ha cominciato a trovare simpatia in altri che l'hanno seguito nelle critiche verso il Signore e come Egli gestisse gli affari dell'universo. Lucifero ha cercato subito di far sembrare il Dio d'amore, il Signore, un tiranno egoista. con il pretesto di essere una guida alta del Signore, ha portato molti al suo fianco per poi travisare ai loro occhi il carattere di Dio, come se Dio stesso fosse il maligno. lucifero ha iniziato a seminare mormorii e lamenti, che presto sono germinati in ribellioni, divisioni e lotta tra gli angeli del Cielo. Ha cercato di indebolire l'unità del Cielo pensando di indebolire la potenza dell'Onnipotente. Tuttavia solo un terzo degli angeli del Cielo ha scelto di seguire il dio della confusione. Gli altri due terzi sono rimasti fedeli al loro Creatore, e si è verificata la prima guerra tra il male e il bene, tra lucifero e Cristo: “E il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato Diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furon gettati gli angeli suoi.” (Apocalisse 12:9) i piani che lucifero ha cercato di attuare nei Cieli sono ora presenti nella Terra che egli ha condizionata ad accettare. Come in Cielo ha nascosto i suoi veri piani volti al rovesciamento delle leggi divine e del culto di Dio, oggi sta cercando di fare la stessa cosa sulla Terra e tra gli abitanti di questo mondo. Satana non ha esposto improvvisamente i suoi piani a tutti rivelando il suo vero fine, e cioè la pretesa del culto di se stesso da parte degli esseri celesti, così accade per gli esseri della terra. si è mimetizzato per mezzo di una rete mondiale di dèi e dee, e anche sistemi di falso cristianesimo. Il culto del sole è sempre stato il grande rivale del culto del vero Dio. È stato attraverso il culto del sole che il culto di lucifero si è mimetizzato in tutto il mondo. Coloro che hanno obbedito ai precetti e agli dèi pagani, in realtà hanno piegato le ginocchia davanti al diavolo: “Non sapete voi che se vi date a uno come servi per ubbidirgli, siete servi di colui a cui ubbidite: o del peccato che mena alla morte o dell’ubbidienza che mena alla giustizia?” (Romani 6:16). così come gli angeli del Cielo si sono divisi in due gruppi prima che lucifero fosse gettato fuori dal Cielo, così la gente di questo mondo si unirà in due gruppi distinti prima della fine di questa età. La linea di distinzione fra queste due ultime fazioni della storia del mondo sarà data dal seguire o meno il nuovo ordine mondiale prossimo accettandone il marchio di riconoscimento o “proprietà”, il marchio della bestia o 666 preannunciato e descritto nell'Apocalisse (13:11,18 e 14:6,13).

il complotto luciferiano per rovesciare il culto di Gesù ha sempre lavorato in segreto, utilizzando vari camuffamenti per rimanere nascosto, non è arrivato all'improvviso nel mondo ma a poco a poco. Allo stesso modo dobbiamo tracciare la storia di questa grande cospirazione luciferiana a poco a poco, a partire dalle civilà primitive, attraverso i secoli fino ad arrivare a mostrare come lucifero viene adorato in questi anni moderni. Per iniziare diamo uno sguardo al nome “lucifero”, in latino significa “portatore di luce” e si collega anche al pianeta venere che è “la stella del mattino all'alba”. Nella mitologia greca, lucifero era personificato come una figura maschile con una torcia, pertanto abbiamo l'origine del portatore della luce dei giochi olimpici. La traslitterazione in greco del nome di questa incarnazione di lucifero è “teitan” o “ titano “ che significa anche “dio sole”. Una visione distorta della ribellione di lucifero è stata conservata nella mitologia greca con il gigante ribelle “nimrod”. Titano (teitan) è la personificazione di lucifero con l'antenato di una razza di umani giganti qui sulla terra, che sono stati abbattuti dagli dèi olimpici. Quindi la parola titano significa oggi “gigante nelle dimensioni o nella potenza”, e la parola “titanismo” significa oggi nella nostra lingua “spirito di ribellione, o di sfida e di rivolta contro l'ordine stabilito o l'autorità”, Il titanismo è l'atteggiamento dell'uomo che si ribella a Dio,( riporto anche altre definizioni ) “Il termine trae la sua origine dalla sfida che, secondo la mitologia greca, i titani vollero lanciare agli Dei uscendone sconfitti. Anche l'uomo del “romanticismo” si rifece al titanismo, ma va inquadrato in una prospettiva più ampia di generale ribellione alla natura, di desiderio all'onniscienza e di desiderio di onnipotenza.


Il titanismo esprime la ricerca dell'assoluto e dell'infinito, è l'affermazione della propria unica e assoluta individualità. Il titanismo mette a capo il suicidio, non come rinuncia alla vita, ma come atto di estrema sfida verso la vita.” lucifero è stato il leader che ha portato le moltitudini angeliche a ribellarsi contro Dio e contro le leggi della vita da Egli stabilite, così come è stato nimrod, uno dei primi discendenti di Noè a ribellarsi contro Dio. Giuseppe Flavio, l'antico storico ebreo, ha scritto su nimrod e di come egli abbia sedotto un giorno il suo popolo a ribellarsi contro Dio, e per la prima volta insegnò loro l'arte della muratura per la costruzione della torre di Babele. Dal libro “The complete works of Giuseppe Flavio”, si legge:...adesso nimrod era eccitato per un tale affronto e il disprezzo di Dio. Era il nipote di Cam, il figlio di Noè, un uomo audace e di grande forza di mano. Egli li persuase a non attribuire a Dio la loro felicità ma a ritenere che il loro coraggio aveva e avrebbe procurato loro la felicità. egli ha cambiato gradualmente il governo degli uomini trasformandolo in tirannia. non vedendo altro modo per riuscire a levare il timore di Dio dagli uomini li mise sotto una costante dipendenza dalla propria potenza. Egli disse anche che si sarebbe vendicato su Dio, costruendo una torre che sarebbe stata troppo elevata se Dio avesse avuto in mente di sommergerla con un nuovo diluvio, e che avrebbe vendicato i suoi antenati dal diluvio già accaduto.
Ora una moltitudine seguì nimrod nella costruzione della torre ritenendo codardìa il rifiuto di erigerla, costruirono la torre senza fermarsi neanche per la fatica e senza negligenza. A motivo della moltitudine di mani atte a costruirla, la torre è cresciuta molto alta in così breve tempo che nessuno si sarebbe mai aspettato, e fu costruita così spessa e grande che la sua grandezza sembrava alla vista essere meno di ciò che realmente era.” (The Complete Works di Giuseppe Flavio, Whiston, Kregel Publications, 1960, 1978, p.30). Nimrod ha cercato di unire tutto il mondo conosciuto dei suoi giorni in un unico ordine mondiale anti-Dio e anti-Cristo. Ma Dio voleva che i figli di Noè ripopolassero la Terra viaggiando e stabilendosi in colonie. Questo avrebbe contenuto la cattiveria, il male che derivava sempre dalla città, in principio il disegno di Dio era che l'uomo non vivesse insieme in città affollate da sempre fonti di ogni genere di male e soprusi. Questa torre di Babele, l'edificio controllato da nimrod, ha avuto due grandi significati: la città di Babele sarebbe diventata la metropoli del mondo e i suoi abitanti si sarebbero uniti sotto le regole dittatoriali di nimrod. la sua torre era per l'uomo un monumento, un simbolo della saggezza umana e dei suoi costruttori. Con la costruzione della città di Babele, nimrod sperava di evitare la dispersione delle persone in colonie all'estero come il Signore aveva detto di fare, se così fosse accaduto avrebbe perso sicuramente il dominio di un governo già allora unito sotto un regime dittatoriale, e questo, lucifero lo sapeva. Quando la torre raggiunse un'altezza tale che oggi potrebbe essere chiamata grattacielo, il Signore venne contro di essa. In Genesi 11:3,9 leggiamo: “Si dissero l'un l'altro: «Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco». Il mattone servì loro da pietra e il bitume da cemento. Poi dissero: «Venite, costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra». Ma il Signore scese a vedere la città e la torre che gli uomini stavano costruendo. Il Signore disse: «Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è l'inizio della loro opera e ora quanto avranno in progetto di fare non sarà loro impossibile. Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché non comprendano più l'uno la lingua dell'altro». Il Signore li disperse di là su tutta la terra ed essi cessarono di costruire la città. Per questo la si chiamò Babele (CONFUSIONE), perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su tutta la terra.” nimrod, che ha anche costruito Ninive, è stato adorato come una divinità dai suoi primi abitanti sotto il nome di ”ninus”. Egli è stato il primo a incitare la gente alla guerra con i loro vicini, dopo che la confusione delle lingue aveva disperso i primi discendenti di Noè sulla Terra. Trogus Pompeo, che ha scritto di “ninus”, afferma che il primo re di Ninive ha causato la guerra. Alexander Hislop, ha compilato questa dichiarazione scritta da Trogo Pompeo, l'antico storico, nel suo libro: “le due Babilonie,” pag.23: 

 
ninus, re degli Assiri,” dice Trogo Pompeo (epitome di Giustino) prima di tutto ha cambiato gli antichi costumi della moderazione, fomentando una nuova passione, il desiderio di conquista. Egli è sato il primo che ha portato la guerra contro i suoi vicini e ha conquistato tutte le nazioni dall'Assiria alla Libia, in quanto esse non avevano mai praticato prima l'arte della guerra. Hislop prosegue poi citando un'altro nome di uno storico antico, Diodoro Siculo, e mostra come Trogus Pompeo e Siculo siano perfettamente d'accordo l'uno con l'altro. 

ninus, il più antico re assiro menzionato nella storia, per le sue grandi azioni eseguite. La sua disposizione di guerriero, la sua ambizione, i risultati di glorioso valore. Egli ha armato un numero considerevole di giovano uomini che sono stati coraggiosi e vigorosi come lui, addestrati lungamente con esercizi e disagi, e da lì, abituati a sopportare le fatiche di guerra e ad affrontare i pericoli con intrepidità.” (Loizeaux Brothers, Nettuno, NJ, 1916). pertanto nimrod (ninus) è stato celebrato come un dio della guerra a Ninive, che ha costruito ( Genesi 10:11), e la sua morte e le sue gesta epiche come cacciatore e guerriero furono riprese e imitate nelle civiltà assira, babilonese, egizia, greca, romana ecc. il suo nome egiziano è stato osiride, per i romani è stato adorato come Marte ( che significa “il ribelle”, e il dio della guerra, ares in greco) da dove è stato tratto anche il nome di marzo (mese). In anglo-sassone è stato “zernebogus”, che significa : “il seme del profeta cush”, (infatti Nimrod e' figlio diretto di Cush, nipote di Noè, Genesi 10:8). ma l'antico nome di nimrod era”merodach babele” che significa “essere audace, coraggioso o ribelle”. Nella scrittura, in Geremia 50:2 troviamo il vero significato di queste due “divinità”: “Babilonia è presa, Bel (la confusione) è coperto di confusione, è infranto Marduch (il ribelle); sono confusi i suoi idoli, sono sgomenti i suoi feticci (altri riportano...sono ridotti in pezzi). Approfondiremo successivamente l'origine del nome “bel”. Nel mito di Tammuz babilonese, o thammuz (l'equivalente del dio egizio osiride che in realtà era nimrod), il leader della grande apostasia contro il nostro Signore Gesù, vi è che egli è stato messo a morte da un certo re. Il motivo della sua messa a morte è stato che tammuz, (l'incarnazione del dio sole), ha cercato di promuovere dei culti dell'astrologia a questo re., ma questo re lo mise a morte. Maimonide, un'altro storico antico, aveva letto profondamente nella formazione dei Caldei. Egli descrive questo mito, citato da Hislop in le due Babilonie, pag.62, “quando il falso profeta chiamato thammuz ha predicato ad un certo re che avrebbe dovuto sottostare al culto delle sette stelle e dei dodici segni dello zodiaco, ma il re lo sottopose a una terribile morte. Durante la notte della sua morte, la grande immagine del sole che è stata sospesa tra cielo e terra (lucifero), e tutte le sue immagini si sono assemblate dagli estremi confini della Terra nel tempio di Babilonia. Tali immagini si prostrarono in mezzo al tempio e circondarono il dio sole tammuz, le immagini piansero e piansero tutta la notte per poi volare via al mattino ciascuno al suo nuovo tempio fino agli estremi confini della terra. Da qui è nata l'usanza ogni anno “il primo giorno del mese di tammuz” di piangere e piangere per tammuz (rito a cui si oppose fortemente anche Ezechiele il profeta del Signore: “Mi condusse all'ingresso del portico della casa del Signore che guarda a settentrione e vidi donne sedute che piangevano Tammuz.” (Ezechiele 8:14) “Mi disse: «Hai visto, figlio dell'uomo? Vedrai abomini peggiori di questi».Mi condusse nell'atrio interno del tempio; ed ecco all'ingresso del tempio, fra il vestibolo e l'altare, circa venticinque uomini, con le spalle voltate al tempio e la faccia a oriente che, prostrati, adoravano il sole. “(Ezechiele8:15,16).

Nel culto del dio sole per i messicani, si credeva che per dare la vita al mondo, il dio sole aveva bisogno prima di ricevere vita da esso, per mostrarvi il carattere omicida di satana (Giovanni 8:44) e ciò che le persone possono essere indotte a fare con il suo falso spirito religioso, dobbiamo guardare alcune delle ragioni che stanno dietro i riti dei sacrifici umani.

Per gli antichi messicani, maya, aztechi ecc. il cuore era la sede e il simbolo della vita, il sanguinamento degli uomini e degli animali venivano offerti al dio sole per acquistare vigore e mantenere un contatto con lui che li avrebbe guidati attraverso il cielo. Gli aztechi erano originariamente una delle tribù nahuae quando arrivarono alla valle del Messico, portarono con loro le proprie divinità. Il più importante era huitzilopochtli, il cui nome, tradotto letteralmente, significa "il colibrì sinistro", espressione che, secondo laurette sèjournè, nel linguaggio esoterico nahuatl si può tradurre come "l'anima del guerriero che viene dal Paradiso"....nimrod!





Share |

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

blogger templates |