29 giugno 2008

GESU' NON ERA ESSENO


Già 2000 anni fa Gesù ci avvertiva che sorgeranno molti falsi profeti e che per prurito di udito si accumuleranno i dottori. Verrà tempo, infatti, che non sopporteranno la sana dottrina [di Gesù Figlio di Dio]

Non volendo piegare le loro cupidigie alla verità, essi cercheranno di far piegar l'insegnamento religioso ai loro desideri, rinnovando la grande esperienza del paganesimo che, allontanandosi dalla primitiva conoscenza del vero Dio, avea finito col crearsi tante divinità quante sono le passioni o gli interessi del cuore umano.

Sappiamo anche che negli ultimi giorni [attuali] verranno dei tempi difficili, e gli uomini avranno delle caratteristiche particolari, saranno [sono] infatti: egoisti, amanti del danaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, disubbidienti ai genitori, ingrati, irreligiosi, senz’affezione naturale, mancatori di fede, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene . traditori, temerarî, gonfi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi le forme della pietà, ma avendone rinnegata la potenza.(2Timoteo3:2,5)
molti avranno le forme della pietà, [ve ne possono essere molte] l'amore verso la Terra, l'amore verso gli animali, una qualche forma di amore verso gli altri, ecc. Tutte cose buone di per sè, ma ciò che conta è che in tutte queste forme ne rinnegano sempre la potenza, cioè Gesù! Quel che produce (anche nei cristiani di nome) il prurito all'udito, sarà il desiderio irrequieto, irresistibile, di udire chi li appaghi, di trovare dei dottori il cui insegnamento possa accordarsi colle loro passioni, per modo che serbino le forme della pietà pur rinnegandone la potenza santificante.

Il “dottore”, tale erudito qual'è, non si abbandona mai con semplicità ad ascoltare la vera voce di Dio, egli infatti è tutto fuorchè cristiano, per questo va a cercare sempre nel cristiano vero qualcosa che possa assecondare l'auto affermazione di aver ragione delle proprie eresie. Come ogni buon dottore dispensa quindi delle “medicine” per far sì che [gli altri] cambino il loro “atteggiamento” nei confronti di Cristo e ammonisce, “insegna” le regole che andrebbero adottate per seguirLo, per essere “veramente” cristiani. Come è logico, in ogni campo della vita chi dispensa insegnamenti su cose che non conosce e di cui mai ha dato esempio sincero e quindi avuto esperienza di vita, viene giustamente visto [eufemisticamente] come minimo uno sprovveduto, ma in questo caso chi elargisce questi consigli ai cristiani, pur non essendo lui stesso cristiano e non avendolo mai voluto essere , assurge a “dottore” e spesso trova anche molti proseliti; come può essere questo? Mentre i veri profeti sono rari, spesso mal veduti e perseguitati, i falsi profeti che assecondano i desideri e le passioni del popolo, pullulano e sono bene accolti dalle masse anticristiane. Così ai tempi di Acab, di Giosafat, di Ezechiele e Geremia. ( Ezechiele 33:30-33; 13; Geremia 23:9-40)

Non riuscendo ad accettare Gesù come unigenito Figlio di Dio quale Egli E' fin da prima della fondazione della Terra, [costerebbe troppo] è preferibile per loro seguire dei “vangeli” che non lo riconoscono tale. Nell'ottica dottoriana, Gesù viene identificato come un “maestro asceso”, un messaggero, un profeta, un esempio da seguire [anche se nemmeno in questo riescono]. Quindi Gesù era a loro dire probabilmente un appartenente alla setta degli “esseni”. [ma neanche di questo sono sicuri] perchè alcuni giorni Gesù non esiste e non è mai esistito e secondo come gira la giornata a volte è invece esistito [non sanno se esiste] ed era un “esseno”.Gli esseni, è bene ricordarlo, erano armati e aspettavano un Messia sacerdote-guerriero che li avrebbe aiutati a liberare la loro terra dai romani, infatti gli esseni erano una sorta di monaci-soldati. 

Gesù comunque [continuano i nostri dottori] era un esseno, quindi vegetariano. Qui dobbiamo, a sentir dei dottori, fare attenzione, ora se mai volessimo noi cristiani essere tali dovremmo prima di tutto divenire vegetariani pure noi. Quindi il cristianesimo è una bevanda o una vivanda, (Romani14:17) basta ciò per essere "veramente" cristiani! (sic!) e pensare che tutti i martiri che magari avevano mangiato dei pesci nella loro santità di vita sottomessa alla volontà di Dio non lo sapevano! Oggi grazie all'aiuto dei dottori sappiamo che non avrebbero potuto essere cristiani, ci pensate? Avevamo proprio bisogno di questi dottori, forse ci mancavano come corollario agli esempi e avvertimenti che ci aveva già dati Gesù su un certo lievito? (Marco 8:14) forse no. Una volta [come oggi] i dottori si chiamavano Farisei.
Poi chiamata a sé di nuovo la moltitudine, diceva loro: Ascoltatemi tutti ed intendete: Non v’è nulla fuori dell’uomo che entrando in lui possa contaminarlo; ma son le cose che escon dall’uomo quelle che contaminano l’uomo. E quando, lasciata la moltitudine, fu entrato in casa, i suoi discepoli lo interrogarono intorno alla parabola. Ed egli disse loro: Siete anche voi così privi d’intendimento? Non capite voi che tutto ciò che dal di fuori entra nell’uomo non lo può contaminare, perché gli entra non nel cuore ma nel ventre e se ne va nella latrina? Così dicendo, dichiarava puri tutti quanti i cibi. Diceva inoltre: È quel che esce dall’uomo che contamina l’uomo; poiché è dal di dentro, dal cuore degli uomini, che escono cattivi pensieri, fornicazioni, furti, omicidi, adulteri, cupidigie, malvagità, frode, lascivia, sguardo maligno, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose malvage escono dal di dentro e contaminano l’uomo. (Marco 7:14,23)


tutti i peccati saranno perdonati, ma solo uno non verrà perdonato: non riconoscere Gesù come unigenito Figlio di Dio.

Io ve l'ho detto cari dottori.




articoli correlati:





Share |
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

blogger templates |