19 maggio 2009

MICROCHIP KILLER



Inventore Saudita chiede registrazione per il brevetto del chip tracciante "Killer"

Pubblicato: 15 Maggio 2009 ore 17:13

Un inventore Arabo Saudita ha fatto richiesta per il brevetto di un microchip tracciante potenzialmente letale, quasi fantascientifico, all’Ufficio Brevetti Tedesco (DPMA), così afferma la testata ‘The Local’, nel giorno di Venerdì.

Ma alla macabra innovazione che permetterebbe un assassinio in remoto probabilmente il brevetto verrà negato.

“Mentre la richiesta di brevetto resta in attesa di altro lavoro burocratico, probabilmente verrà riconosciuto che l’invenzione viola il paragrafo numero due della Legge Tedesca sui Brevetti – che blocca le invenzioni che violano l’ordine pubblico o la morale”, ha affermato la portavoce Stephanie Kruger del ‘The Local’ da Monaco.

La richiesta di brevetto – intitolata “Impianto di chip elettronici nel corpo umano allo scopo di determinare la sua localizzazione geografica” – venne archiviata al 30 ottobre 2007, ma venne pubblicata solamente la settimana scorsa, 18 mesi dopo il deposito della domanda, come richiesto dalla legge Tedesca, ha affermato.

“In tempi recenti il numero di persone ricercate dalle forze di sicurezza è cresciuto,” così ha scritto l’inventore nel sommario.


Il piccolo dispositivo elettronico, denominato il “Killer Chip” dal quotidiano svizzero ‘Tagesanzeiger’, sarà usato per il tracciamento di latitanti, terroristi, immigrati clandestini, criminali, dissidenti politici, disertori, domestici e Arabi che non torneranno a casa dai pellegrinaggi.

Lo applico per queste ragioni e per ragioni di sicurezza di Stato e di sicurezza dei cittadini”, afferma l’esposto.

Dopo l’impianto sottocutaneo, il chip spedirà onde radio criptate che verranno tracciate da satelliti per confermare l’identità e la localizzazione della persona. Un modello alternativo del chip potrebbe, a quanto riferito, rilasciare veleno nel portatore se lui o lei diventasse un rischio per la sicurezza.

Agli stranieri è permesso registrare brevetti in Germania tramite un rappresentante nato tedesco, in questo caso è stata una società legale di Monaco”, ha affermato Kruger del ‘The Local’. “Molte persone si rivolgono ad altri Stati per i loro brevetti, e probabilmente così ha fatto questo inventore”.

Ma lo studio Legale, DTS Munich, non sarà responsabile della registrazione.
Ci siamo dimessi dalla rappresentanza di questo caso questa settimana” ha detto una portavoce, senza specificare il perchè.

Kristen Allen
Fonte:www.thelocal.de

Link per approfondimento:


Che aggiungere... avete già letto. Si parla sempre da più parti di microchip impiantabili che serviranno per la localizzazione delle persone. Cercando, si trovano gli innumerevoli vantaggi, come reperibilità delle persone, sicurezza, protezione dai rapimenti, salvaguardia della salute… in questo caso salta all’occhio una cosa in più. Il microchip contiene veleno. Questo veleno è rilasciabile con un comando a distanza, ovunque tu sia.

Una persona, alla pressione di un tasto di un computer, ha il potere di decidere della vita o della morte del possessore di un tale chip.

Una cosa del genere non l’ha mai avuta nessun dittatore, nella Storia. Molti dittatori avevano la possibilità di uccidere, a piacimento, chi non era di loro gradimento. Ma questo sempre inviando militari o comunque qualcuno che ‘eseguisse il compito’. Mai con la pressione di un tasto, a distanza.

Questo apre orizzonti nuovi per l’impianto dei microchip. Questo è simbolo di una dittatura con un potere pressochè assoluto, di una nefandezza mai vista.
Ricordiamo i versi del libro dell’Apocalisse di Giovanni, capitolo 13, versi 15-16:Le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia affinché l'immagine potesse parlare e far uccidere tutti quelli che non adorassero l'immagine della bestia. Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte.”

Si parla di un’immagine della bestia, e chi non l’adora verrà ucciso. Si parla di un marchio applicato nel corpo. Il microchip sottocutaneo, l’infrastruttura Internet e un sistema digitale si inseriscono in modo pressochè perfetto in questi versi, rendendoli di una attualità unica.

I riscontri reali delle Scritture sono davvero tanti, e di grande precisione. Solo nella Bibbia viene descritto il sistema del 666, un numero che ha più ritorni nella prigione elettronica che si sta costruendo. E la Bibbia dice che tale sistema sarà governato da qualcosa di superiore all’uomo. E’ per questo motivo che solo Dio ha la possibilità di distruggerlo.

parlavamo nei precedenti articoli del ruolo della tecnologia nel favorire l'instaurazione di un governo globale dalle connotazioni inedite in termini dittatoriali. Queste notizie dimostrano, al di là che un'invenzione simile venga o meno ufficialmente “registrata” da qualche ufficio brevetti, che esiste esattamente un mezzo partorito soltanto con la finalità di permettere ad altri di avere un controllo totale sulla vita degli uomini, e tramite il semplice utilizzo di un sistema computerizzato, avere potere decisionale su chi deve vivere e chi morire. il tutto standosene magari comodamente seduti su di una poltrona.

anche se a questo microchip è stato negato il brevetto in Germania, statene certi che è in arrivo una nuova nazione dove queste invenzioni saranno le benvenute.

queste sono le esasperazioni tecnologiche di cui parlavamo, che daranno la possibilità al governo dell'antiCristo di realizzare le proprie malvagità distruggendo in piena pace molta gente.

A motivo della sua astuzia farà prosperare la frode nelle sue mani; s'inorgoglirà in cuor suo, e, in piena pace distruggerà molta gente; insorgerà contro il principe de' principi, ma sarà infranto, senz'opera di mano. (Daniele 8:25)

l'antiCristo sarà infranto senza opera di mano. Amen Signore.










Share |

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

blogger templates |