22 aprile 2010

THE ATLANTIS CONNECTION





questo articolo è di introduzione e supporto alla terza parte degli articoli su Zeitgeist addendum che verrà pubblicata più avanti. Viene rivelato (a chi ha orecchie da intendere) cosa sia l'America nella visione massonica. L'articolo ci introduce a capire perchè le costruzioni e i disegni del Venus Project di Jaques Fresco si riconducano volutamente ad Atlantide, ma avremo modo di vederne i perchè nel terzo articolo di ZEITGEIST ADDENDUM..DI MENZOGNE - la verità dietro al film.


Nel corso del suo discorso inaugurale nel 2005, il presidente George Bush ha dichiarato quanto segue: "Quando i nostri fondatori hanno dichiarato un nuovo ordine dei secoli (NOVO ORDO SECLORUM ndr)... essi stavano deliberando su un'antica speranza che è destinata ad essere compiuta." (George W. Bush, 2005)
Confronta le parole di Bush in riferimento alla seguente citazione:
" Per più di tre mila anni, le società segrete hanno lavorato per generare i precedenti di conoscenze necessarie all'istituzione di una democrazia illuminata fra le nazioni del mondo…; (Manly P. Hall Massone di 33° grado, filosofo occulto)

La citazione di Bush è indicata nel documentario, Secret Mysteries of America's Beginnings, Volume I: The New Atlantis. La domanda che viene fatta in questo film è, qual è l'antica speranza a cui il Presidente Bush si riferisce? Secondo i Filosofi dell'occulto, questa antica speranza potrebbe essere meglio descritta come il restauro dell'impero perduto di Atlantide.

Al fine di comprendere l'importanza di Atlantide nei movimenti New Age e del Nuovo Ordine Mondiale, si deve capire che quelli della comunità esoterica considerano questo antico impero essere la fonte di tutte le conoscenze occulte e saggezza. Atlantide, dicono che sarebbe l'origine delle Antiche religioni Misteriche, che è la filosofia di tutte le società segrete, compresi i Massoni, Rosacroce, Skull & Bones, ecc. Le prime testimonianze sul conto di Atlantide derivano dal filosofo greco Platone, in un dialogo chiamato “Crizia”. In questa considerazione, il racconto di Atlantide si dice che sia stato tramandato dall' antico legislatore greco, Solone.







Platone - Solone



A Solone era stata raccontata la storia di Atlantide dagli egiziani, che presumibilmente gli mostrarono due grandi colonne dell'impero Atlantideo. il filosofo Occulto, Manly P. Hall nel suo libro, “The Secret Destiny of America”, si riconduce a questo fatto:

"Accompagnato dal sommo sacerdote e da portatori di torcia, Solone ha remato sulle buie acque.
La barca si fermò sulla riva di una piccola isola sommersa lontana dalla terra, La luce delle torce cadde su due alte colonne ...ricoperte con particolari scritture in un linguaggio sconosciuto. Il Sommo Sacerdote ... ha spiegato ... che una volta molto tempo fa esisteva sulla terra un vasto impero, il cui potere si era esteso a ogni angolo del mondo ... "(M.P.Hall, pp. 53-54)

Notate come nella precedente citazione, l'idea di Atlantide è quella che sia stata un impero globale "che si estese in ogni angolo del mondo." Hall continua e dice che questa società era stata governata da leggi che sono state scritte su queste colonne Atlantidee. Queste colonne sono menzionate in altre scritture occulte e sembrano rappresentare il centro dei misteri antichi. Dopo queste testimonianze, presumibilmente Solone ritornò in Grecia per impartire ai suoi concittadini ateniesi la saggezza che aveva acquisito. Da lì, si dice che Solone ha tramandato questa storia a un collega di nome Dropi, che a sua volta l'ha raccontata ad un vecchio di nome Crizia, il quale l'ha raccontata in un dialogo a Platone. Per questo motivo, Platone afferma che il racconto di Atlantide si basa sull' "autorità di Solone."

Nelle immagini qui sotto, si noti il posizionamento di Solone sugli edifici governativi.
La prima immagine a sinistra è l'esterno della Corte Suprema. Al centro è Mosè, che tiene le tavole contenenti i Dieci Comandamenti.
Alla sua destra c'è Confucio, il filosofo cinese. Mentre alla sua sinistra si trova il legislatore greco, Solone.



In questa immagine successiva (a destra), si vede un busto scolpito di Solone alla Camera dei Rappresentanti. Chiaramente, questo filosofo ateniese antico è stato ritenuto importante dai progettisti di Washington D.C. Era a causa della conoscenza della legge di Solone? O perché Platone lo cita per la storia dell'Atlantide perduta? Le colonne che sono state descritte da Solone si dice che furono scolpite da Enoch.Secondo la conoscenza occulta, tutte le vie dei misteri riconducono a Enoch, che è chiamato il primo "Iniziatore" e il re di Atlantide.

Nel suo libro, morals e dogma, il filosofo massone Albert Pike registra quanto segue:

Enoch ... ci viene detto, camminava con Dio per trecento anni, dopo aver raggiunto l'età di sessantacinque – ha camminato con Dio, e non era più, perché Dio lo aveva preso. Il suo nome significa in ebraico, INIZIATO o INIZIATORE. La leggenda delle colonne ... erette da lui, è probabilmente simbolica. Quelle di bronzo, che sono sopravvissute al diluvio, si suppone che simboleggino i misteri ...(Pike, p. 210)

"Enoch fu il primo ad inventare i libri e i differenti tipi di scrittura. Gli antichi greci dichiarano che Enoch e Mercurio Trismegisto [Ermete] sono la stessa persona. E che ha insegnato ai figli degli uomini l'arte della costruzione delle città… ha scoperto la conoscenza dello zodiaco, ed il corso dei pianeti… e nominato feste per i sacrifici al Sole e a ciascuno dei segni zodiacali. (Pike, p.363)

Ovviamente, l'Enoch dell'occulto non è davvero l'Enoch della Bibbia. Come con Mosè, gli occultisti hanno introdotto (deviato) dei personaggi e delle caratteristiche bibliche per dare credibilità alle proprie idee. Come rivela Pike, Enoch sarebbe diventato noto (sarebbe conosciuto) come Ermete, o Ermete Trismegisto.

La Massima Ermetica

Inoltre da Enoch (cioè Ermete) ci viene detto che proviene la massima ermetica: come sopra, così sotto. La dichiarazione completa è "Quello che è al di sopra è come ciò che è al di sotto, e ciò che è al di sotto è come ciò che è al di sopra" (Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso). Questo principio è visivamente rappresentato dalla carta dei Tarocchi (in basso a sinistra) e il disegno del Baphomet (sotto a destra). Si noti la posizione delle mani, una punta di "sopra", mentre gli altri puntano "al di sotto."












la massima Ermetica, è il concetto occulto di riferirsi alle cose che sono nei cieli, in modo che siano sulla terra. E' per questo motivo che i siti antichi, come le piramidi, l'isola di Pasqua, Stonehenge, ecc, sono stati costruiti in linea con le stelle, e il motivo per cui il destino di una persona pensano sia scritto nelle stelle. Questa convinzione occulta è un elemento centrale della loro dottrina. Alcuni ritengono che questa massima sia stata impiegata nella progettazione di Washington DC., ed è per questo che gli uomini come David Ovason hanno scritto che la capitale Americana è stata stabilita in base ad un modello astrologico. I dettagli di questo si trovano nel libro di Ovason: The Secret Architecture of Our Nation's Capital.

nell'immagine a destra si trova la statua di George Washington, come appare nel Smithsonian Museum. Confrontate la posizione delle mani di Washington con quelle delle immagini di cui sopra. Qui possiamo vedere il tema ricorrente della filosofia ermetica ( "come sopra, così sotto" o “così in alto così in basso”) a tutti i livelli dell'occulto.

Si prega di ricordare che questa statua (insieme alla maggior parte delle altre statue e dipinti di G.Washington) sono state create molto tempo dopo la sua morte. Vi è un dibattito in materia se Washington avrebbe approvato o meno l'"esoterica" rappresentazione di lui fatta e mostrata spesso in queste immagini.


Forse più allarmante è la scoperta di questo principio occulto nelle chiese. Nel suo libro, Deceived on Purpose ,Warren Smith espone l'influenza Ermetica in “the Message” una traduzione della Bibbia fatta da Eugene Peterson (una Bibbia New Age). Nella preghiera del Signore si trova:

"Il nostro padre nel cielo, Riveli chi siete. Imposti il mondo giusto; Faccia ciò che è meglio - come sopra, così sotto”. (La preghiera del Signore, secondo “the message”) citazione di Warren Smith nel suo libro, Deceived on Purpose p.30 (ingannati di proposito p.30)


Ancora, Smith rivela come Rick Warren (l'icona di una mega-chiesa) usa il messaggio nel suo libro Purpose-Driven Life:
"Cinque delle sei Scritture che Rick Warren cita nel suo primo capitolo provengono tutte da “The Message” di Eugene Peterson. Anche il titolo del primo capitolo, 'Tutto inizia con Dio,' è tratto da “The Message” parafrasando Colossesi 1:16, che appare a destra sotto il titolo del capitolo.

"Per tutto, assolutamente tutto, sopra e sotto ... trova il suo scopo in lui." (Smith p. 29)


Possiamo solo sperare che Rick Warren non sia a conoscenza degli elementi New Age presenti nella Bibbia “The Message”. Tuttavia, chiunque, svolgendo una ricerca su Internet può scoprire molto rapidamente l'importanza di questa massima Ermetica nell'occulto. Al contrario, Gesù ha fatto una chiara distinzione tra se stesso (come Dio) e coloro che sono del mondo. Qua di seguito la Scrittura, di come Gesù richiama l'attenzione a un confronto tra sopra e sotto. Egli rende chiaro che non sono uno e lo stesso:

Egli diceva loro: «Voi siete di quaggiù; io sono di lassù; voi siete di questo mondo; io non sono di questo mondo.
Perciò vi ho detto che morirete nei vostri peccati; perché se non credete che io sono, morirete nei vostri peccati». (Giovanni8:23,24)

Gesù chiarisce che c'è un abisso tra ciò che è al di sopra (dove è Dio) e il mondo giù sotto. Essere del mondo (sotto) è morte; mentre essere di Dio (sopra) è vita e pace. La massima ermetica rimuove la santità di Dio, suggerendo che l'uomo su terra sia come Dio nel cielo. Nel suo libro, Warren Smith (un ex new-ager) cita il pensiero New Age:

" Come sopra, così sotto, come sotto, così sopra ".Questa massima significa che il trascendente Dio al di là dell'universo fisico e il dio immanente dentro di noi sono uno.(Smith, p.30)

nella visione dell'occulto si crede che l'uomo è già un dio, e che ha bisogno solo di diventarne consapevole. Nel frattempo, la Bibbia ci dice che per essere come " sopra," dobbiamo credere nel Figlio di Dio, e rinascere dallo Spirito Santo di Dio (Giovanni 3:3-5). Nella sua epistola, Giacomo rende anche evidente che la differenza tra sopra e sotto è la differenza tra la saggezza dei diavoli e la sapienza di Dio:

Questa non è la saggezza che scende dall'alto; ma è terrena, animale e diabolica. Infatti dove c'è invidia e contesa, c'è disordine e ogni cattiva azione. La saggezza che viene dall'alto, anzitutto è pura; poi pacifica, mite, conciliante, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale, senza ipocrisia. (Giacomo3:15,17)

La Nuova Atlantide

Nel 17 ° secolo, Sir Francis Bacon (Francesco Bacone) ha scritto il suo ultimo lavoro dal titolo, “The New Atlantis”. Allo stesso modo dell'Atlantide di Platone, viene raccontata come una storia a cui manca il finale. Sia Platone che Bacon portano le loro storie fino ad un punto particolare, e poi improvvisamente sono tagliate senza un finale. Dopo aver intervistato in merito un certo numero di “insegnanti” esoterici, è sorto il sospetto che questo fatto sia stato intenzionale.

L'incompiuta "Atlantide" è probabilmente un'immagine della piramide non finita sulla parte posteriore della fattura del dollaro. Per coloro che non l'hanno ancora realizzato, la Nuova Atlantide, Il Nuovo Ordine Mondiale, e il nuovo ordine dei secoli (Novo Ordo Seclorum) sono tutte una sola e medesima cosa. Come tale, la "nuova" Atlantide rappresenta ciò a cui si riferiscono le società segrete come la "Grande Opera", che deve ancora essere completata. (la piramide sul dollaro è tronca ed è completata da un triangolo con un occhio al centro. (Questo occhio simboleggia Lucifero e l'antiCristo. ndr) Portare questo lavoro al suo finale è il vero scopo degli ordini segreti. (cioè creare le condizioni affinchè l'antiCristo raggiunga il potere ndr)


Al tempo di Bacon, è stato comunemente creduto che il continente d'America sia stato il sito effettivo dell'antica Atlantide. Non simbolicamente. Non metaforicamente. Ma letteralmente. Nella sua storia, scrive Bacon:" E la grande Atlantide (che chiamate America)…Di tutto questo non vi è che scarsa o nulla memoria, ma abbiamo una grande conoscenza di ciò."(The New Atlantis, by Sir Francis Bacon; Francis Bacon: The Major Works, Oxford World's Classics, pg. 467).

Francis Bacon scrive che vi è stato un momento in cui il continente americano prosperava ed è stato frequentato da popoli antichi con straordinarie navi. Certo, la sua storia è raccontata come una allegoria. Tuttavia, questa idea dell' America come Atlantide è sostenuta oggi dai membri della comunità del New Age.

Benjamin Creme, il messaggero autodesignato del “Maitreya” (il falso cristo della New Age – l'antiCristo. ndr) ha parlato ad un gruppo NGO alle Nazioni Unite nel Luglio del 2006. In seguito, è andato a Los Angeles e ha rilasciato un'intervista in cui ha rivelato che crede che l'America è il luogo dell'antica Atlantide.

Dello stesso parere è il Dr. Robert Hieronimus, autore del libro di America's Secret Destiny. Il Dr. Hieronimus (la cui ricerca è stata utilizzata dalla Casa Bianca) è considerato il principale esperto del Grande Sigillo degli Stati Uniti. Egli ha concesso un'intervista nel giugno di questo anno nella quale egli ha detto, "la costa orientale degli Stati Uniti è stata la costa occidentale dell'isola di Atlantide." La conoscenza dell'America prima del tempo di Colombo è stata oggetto di studio dal professore di Harvard, Barry Fell. Secondo la sua ricerca documentata nel libro, in America b.C., dove si dimostra la presenza di antiche culture europee in America molto tempo prima che il nuovo mondo fosse stato scoperto (nel lontano 800 a.C.).
L'immagine a destra mostra una scultura classificata come l'occhio del Bel (o Baal), che si trova vicino a South Woodstock, Vermont. un altro sito scoperto da Fell è Mystery Hill, New Hampshire, oggi chiamato "America's Stonehenge." The Old New Hampshire Online Magazine riferisce che sono state scoperte delle "iscrizioni su tavolette" di Bel / Baal risalenti a secoli prima della data di Colombo.

Manly P. Hall ha scritto in merito all'antica conoscenza del continente americano da parte delle società segrete dell'Egitto. Egli scrive:

"Migliaia di anni fa ... questi ordini mistici erano a conoscenza della esistenza dell' emisfero verso l'Ovest e del grande continente che chiamiamo America.
fu fatta la coraggiosa dichiarazione che questo continente occidentale sarebbe dovuto diventare il sito dell'impero filosofico." (Manly P. Hall, The Secret Destiny of America, p. 25)

Ad un certo punto, Sir Francis Bacon è diventato l'erede di questo piano Atlantideo. E probabilmente è venuto a lui attraverso il suo mentore, Dr. John Dee, che alcuni credono sia stato il fondatore del movimento rosacrociano in Inghilterra. gli studiosi di Bacon ritengono che John Dee è stato una sorta di mentore per Bacon, e che passò la lampada dell'autorità a lui a un certo punto.

In quanto tale, Bacon è diventato il capo della Rosacroce e il primo Gran Maestro della massoneria moderna. Si ritiene che Bacon abbia inviato questi segreti gruppi al nuovo mondo per lanciare il suo impero filosofico, La Nuova Atlantide. A proposito di questo, Manly P.Hall scrive:
"Va ricordato che Bacon non aveva una faccia sola; era il capo di una società segreta che includeva nella sua struttura i membri degli intellettuali più brillanti del suo tempo. Tutti questi uomini sono stati legati da un comune giuramento di lavoro per la causa di una democrazia mondiale. La società di Bacon era composta da degli sconosciuti filosofi e includeva degli uomini di alto rango e ampia influenza. Insieme a Bacon, hanno elaborato il sistema di colonizzazione."(Manly P. Hall, Secret Destiny of America, p. 129)

Prendiamo atto delle parole finali della citazione di Manly P.Hall, di come egli citi il regime di colonizzazione. Perché avrebbe scelto tali parole?

Questo timbro di Terranova del 1910 sembra fornire un indizio. Esso mostra l'immagine di Bacon, con le parole sotto: Lord Bacon, la Guida Spirituale nel regime di colonizzazione. Da questo, a quanto sembra ci fu un tempo in cui la conoscenza del piano di Bacon era più diffusa di quanto lo sia oggi.

vari ricercatori hanno preso nota delle tre 6 (666) che si trovano sul timbro. Solo una coincidenza? Nel corso della sua vita, Francis Bacon si è riferito a sè stesso come " L'araldo della New Age."

Il titolo completo del libro di Bacon è, "The New Atlantis: Land of the Rosicrucia". (“La Nuova Alantide: Terra dei Rosacroce”) I Rosacroce sono simboleggiati dalla rosa e la croce. La rosa simboleggia gli antichi misteri, mentre la croce è simbolo del cristianesimo. La combinazione di questi due, è al centro delle convinzioni rosacrociane. Ma una delle principali pratiche dei Rosa Croce è la comunicazione con il regno dello spirito; letteralmente, channelling con gli spiriti, allo scopo di ottenere conoscenze segrete. Durante il Medio Evo, questa pratica sarebbe stata condannata apertamente da entrambe le chiese, cattolica e protestante del tempo. Temendo la prigione o la morte, i Rosacroce esteriormente poterono professare il cristianesimo, pur mantenendo segreto il loro programma interiore basato sulla dottrina occulta.

Nota:

nella Bibbia “The Message” di Eugene Peterson si trovano importanti manipolazioni della Parola di Dio in riferimento a:
al Santo Nome di Dio, (viene eliminato il nome del signore Gesù..!!) all'occultismo e al coinvolgimento nelle pratiche occultiste, alla natura peccaminosa dell'uomo, all'omosessualità e all'adulterio, all'obbedienza e alla grazia, all'immoralità sessuale.

 
Il “Venus Project” presentato nel film “Zeitgeist addendumcorrisponde esattamente al pensiero Baconiano, e al programma degli illuminati per l'instaurazione del "New World Order".

ai seguenti siti si trovano approfondimenti sulla Bibbia New Age “Il Messaggio”.





Dio ci benedica e protegga



Share |

19 aprile 2010

NON GETTARE LA SPUGNA!




QUANDO SI SOFFRE

In un modo o nell'altro, tutti soffriamo. Tutti siamo nella stessa barca, anche la folla che se ne va ridendo spensieratamente soffre. Le persone cercano di nascondere la loro sofferenza bevendo e scherzando, ma non passa.
Chi soffre? I genitori di un figliolo o di una figliola prodiga. Milioni di genitori sono stati profondamente feriti da figli che hanno rigettato i loro consigli amorevoli ed ora sono nel dolore per gli inganni e la delinquenza di questi figli un tempo teneri e buoni.

Le vittime di famiglie smembrate soffrono. Soffre la moglie abbandonata dal marito per un'altra donna; soffre il marito che ha perso l'amore di sua moglie; soffrono i figli che hanno perso il loro senso di sicurezza.
Altri soffrono per malattie: cancro, problemi di cuore e una miriade di altri malanni. Sentirsi dire da un dottore: “Lei ha un cancro e può morire” deve essere terrificante, eppure fra quanti leggono queste righe molti hanno sperimentato questo dolore e questa agonia.

Gli innamorati si lasciano calpestando quello che una volta era un bellissimo rapporto e ciò che rimane è il cuore spezzato, ferito.
E che dire dei disoccupati? Degli scoraggiati davanti al crollo dei loro progetti? E i segregati? I prigionieri? Gli omosessuali? Gli alcolizzati?
È vero! In un modo o nell'altro stiamo tutti soffrendo; ogni individuo sulla terra porta il proprio fardello di dolore e di sofferenza.

Non esiste una cura fisica

Quando sei colpito in profondità, nessuna persona al mondo può toglierti le intime paure e le angosce più profonde. Il migliore degli amici non può comprendere interamente la battaglia che stai passando o le ferite che ti sono state inflitte.
Solo Dio può chiudere l'accesso alle ondate di depressione e ai sensi di solitudine e fallimento che ti vengono addosso. Solo la fede nell'amore di Dio può trarre in salvo una mente che soffre. I cuori offesi e spezzati che soffrono in silenzio possono essere guariti solo dall'opera soprannaturale dello Spirito Santo, fuori della quale nessun altro intervento funziona realmente.

Dio deve intervenire e prendere in mano la situazione. Egli deve intercettare le nostre vite al punto di rottura, deve stendere le sue braccia amorevoli e portare quel corpo e quella mente sofferente sotto la sua cura e protezione. Dio deve farsi avanti come un Padre premuroso e dimostrare che egli è là per volgere le cose al bene. Egli deve dissolvere le nubi tempestose, cacciare via la disperazione e la tristezza, asciugare le lacrime e rimpiazzare l'afflizione con la pace della mente.

Perché proprio io, Signore?

Ciò che fa più male è sapere che il tuo amore per Dio è forte, e ciò nonostante non riesci a capire che cosa sta cercando di fare nella tua vita. Se tu fossi freddo nei confronti del suo amore allora capiresti perché le preghiere non sono state esaudite. Se tu ti stessi allontanando da Dio, probabilmente capiresti il perché delle prove e delle gravi afflizioni che ti sono ripetutamente venute addosso. Se tu fossi un peccatore incallito che ha disprezzato le cose di Dio, potresti arrivare a credere di avere meritato la grossa batosta. Ma tu non ti stai allontanando, non lo stai rigettando assolutamente; anzi, brami di fare la sua perfetta volontà e desideri ardentemente compiacerlo servendolo con tutto te stesso. Ecco perché la tua sofferenza è così debilitante; ti fa sentire come se ci fosse qualcosa di gravemente sbagliato in te e così metti in dubbio la profondità della tua spiritualità e, a volte, perfino la tua salute.

Una voce interiore, proveniente chissà da dove, sussurra: “Forse, in un modo o nell'altro, ho dei difetti. Forse sono stato ferito così profondamente perché Dio non può trovare molto di buono in me. Devo proprio essere fuori dalla sua volontà; egli deve disciplinarmi per rendermi obbediente”.

Gli amici fanno il possibile


Un cuore abbattuto o spezzato produce il dolore più atroce che l'uomo possa provare. La maggioranza delle altre sofferenze umane sono solo fisiche, ma un cuore ferito deve sopportare un dolore che è sia fisico sia spirituale.
Gli amici e coloro che amano possono aiutare a lenire il dolore fisico di un cuore a pezzi. Quando ci fanno compagnia ridendo, amandoci e interessandosi a noi, il dolore fisico viene alleviato e c'è un provvisorio sollievo. Ma scende la notte e con essa giunge il terrore dell'angoscia spirituale. La sofferenza è sempre maggiore di notte. La solitudine cala come una nube quando il sole scompare. Il dolore esplode quando sei completamente solo e pensi a come affrontare le voci e le paure che ripetutamente si affacciano.

I tuoi amici, che non comprendono pienamente che cosa stai passando, ti offrono molteplici soluzioni superficiali. Si mostrano impazienti con te. In queste occasioni sono generalmente allegri e senza preoccupazioni, e non riescono a capire perché non ti riprendi. Insinuano che ti lasci andare all'autocommiserazione, ti ricordano che il mondo è pieno di cuori afflitti, di sofferenti che, pure, sono sopravvissuti. Più spesso vogliono fare una di quelle preghiere-panacea che immediatamente risolvono tutto. Ti dicono di “lasciare agire la tua fede, rivendicare una promessa, dichiarare la guarigione e lasciarti dietro la disperazione”.

Tutto ciò è giusto e buono, ma è una predica che di solito viene da parte di cristiani che non hanno mai provato molte sofferenze nella propria vita. Sono come le balie di Giobbe, che conoscevano tutte le risposte, ma non potevano alleviare il suo dolore. Giobbe disse loro: “Siete tutti quanti dei medici da nulla” (Giobbe 13:4). Grazie a Dio per gli amici ben intenzionati, ma se essi potessero sperimentare la tua angoscia, anche solo per un'ora, il loro tono sarebbe ben diverso. Mettili al tuo posto, anche solo una volta, affinché provino ciò che senti tu e sperimentino l'intima sofferenza che ti porti dietro, allora ti diranno: “Ma come fai a resistere? Io non riuscirei a sopportare quello che stai passando tu!”

Il tempo non risolve niente

C'è poi la solita vecchia frase fatta: “Il tempo guarisce tutte le ferite”. Ti dicono di resistere, di forzare un sorriso e di attendere che il tempo sintetizzi il tuo dolore. Ma io sospetto che tutte le massime e i proverbi riguardanti la solitudine siano stati coniati da gente felice, senza grossi problemi. Suona bene, ma non è vero: il tempo non guarisce un bel niente, solo Dio guarisce!
Quando sei nella sofferenza il tempo non fa che aumentare il dolore. Trascorrono i giorni e le settimane, e l'angoscia è sempre lì. La sofferenza non se ne vuole andare, anche se lo dice il calendario. Il tempo potrebbe relegare il dolore in un angolo recondito della mente, ma un minimo ricordo può riportarlo a galla.

Ad essere sinceri, sapere che altri credenti hanno sofferto prima di te lungo la storia, non aiuta né te né loro. Ti puoi identificare con personaggi della Bibbia che hanno superato il dolore di terribili prove; ma sapere che altri son passati per dure battaglie non basta a calmare la ferita che brucia nel tuo petto.
Quando leggi come sono usciti vittoriosi dalle loro battaglie, e tu ancora no, questo non fa che aumentare la tua pena. Ti fa sentire come se essi ricevessero le risposte alle loro preghiere perché sono molto vicini a Dio. Ti fa sentire indegno del Signore perché il tuo problema ancora si trascina, malgrado tutti i tuoi sforzi spirituali.

Un duplice problema

Raramente si viene feriti solo una volta. Molti di quelli che stanno male possono mostrare anche altre ferite. Dolore si aggiunge a dolore. Un cuore spezzato di solito è tenero, fragile. Viene facilmente ferito perché non è protetto da una corazza resistente. La tenerezza, da chi ha un cuore ben corazzato, è considerata erroneamente vulnerabilità. La calma è giudicata una debolezza. Il fatto di dedicarsi totalmente a un altro è frainteso come l'essere diventati troppo forti. E il cuore che non si vergogna di ammettere il proprio bisogno d'amore è mal giudicato, quasi che fosse troppo tendente alla sessualità.
Ne consegue, quindi, che un cuore sensibile che cerca amore e comprensione è spesso il più facilmente intaccabile. I cuori aperti e fiduciosi sono di solito quelli più frequentemente feriti.

Il mondo è pieno di uomini e donne che hanno respinto l'amore offerto loro da un cuore gentile e dolce nei loro confronti. I cuori forti, corazzati, che non hanno bisogno di nessuno, i cuori che danno pochissimo, quelli che richiedono che l'amore sia loro costantemente manifestato, quelli che fanno sempre calcoli, quelli che manovrano e servono sé stessi, quelli che hanno paura di rischiare, sono cuori che raramente vengono infranti. Non vengono feriti perché non c'è niente da ferire; sono troppo orgogliosi ed egocentrici per permettere a qualcuno di farli soffrire in alcun modo. Vanno in giro ferendo altri cuori e calpestando le fragili anime che li avvicinano e questo semplicemente perché sono così induriti e ottusi di cuore da pensare che tutti dovrebbero essere come loro. I cuori indurti non amano le lacrime; odiano prendere impegni. Si sentono senza parole se chiedete loro di condividere qualcosa che venga dal cuore.

Chi ferisce un cuore non la passa liscia

Una parte del dolore che un cuore afflitto deve patire viene dal pensiero che l'offensore, colui che l'ha ferito, non ne avrà alcuna pena. Il cuore dice: “Io sono stato colpito e ferito, eppure sono quello che ne paga lo scotto. Il colpevole se la cava senza danno, mentre dovrebbe pagare per ciò che ha fatto”. Ecco il problema delle croci: di solito è la persona sbagliata che viene crocifissa. Ma Dio tiene in serbo i libri e, il giorno del Giudizio, tali libri saranno soppesati. Ma anche in questa vita coloro che affliggono e quelli che feriscono pagano un caro prezzo. Indipendentemente da come tentino di giustificare le loro azioni lesive, essi non riusciranno a sottrarsi alle grida di coloro che hanno ferito. Come il sangue di Abele che gridava dalla terra, le grida di un cuore straziato possono penetrare la barriera del tempo e dello spazio e terrorizzare il più duro dei cuori. Le ferite sono spesso causate da menzogne senza fondamento e ogni bugiardo alla fine deve essere condotto dinanzi alla giustizia.

Esiste un balsamo per un cuore spezzato? C'è possibilità di guarigione per le ferite profonde, interiori? Si possono rimettere assieme i pezzi e rendere il cuore ancor più saldo? Può la persona che ha conosciuto un tale tremendo dolore e una tale sofferenza risollevarsi dalle ceneri della depressione e trovare un nuovo e più vigoroso sistema di vita? Sì! Assolutamente sì! E se così non fosse la Parola di Dio sarebbe una beffa e Dio stesso sarebbe un bugiardo: e ciò non è possibile!
Permettimi di darti alcuni suggerimenti su come affrontare la tua sofferenza.

Non cercare di esaminare come e perché sei stato ferito. Ciò che ti è capitato è un guaio molto comune fra gli uomini. La tua situazione non è per niente unica: è la condizione tipica della natura umana.
Che tu abbia ragione o torto non significa assolutamente nulla a questo punto. Ciò che importa è la tua buona volontà di camminare in Dio e di avere piena fiducia nella sua azione misteriosa nella tua vita. La Bibbia dice:

“...non vi stupite per l'incendio che divampa in mezzo a voi per provarvi, come se vi accadesse qualcosa di strano. Anzi, rallegratevi in quanto partecipate alle sofferenze di Cristo, perché anche al momento della rivelazione della sua gloria possiate rallegrarvi ed esultare” (1 Pietro 4:12-13).

Dio non ti ha promesso una vita senza sofferenze: egli ti ha promesso una via d'uscita. Ti ha promesso l'aiuto per sopportare il dolore e la forza per riuscire a rialzarti quando la debolezza ti fa inciampare.
Molto probabilmente tu hai fatto ciò che dovevi fare. Ti sei mosso nella volontà di Dio, seguendo con sincerità l'impulso del tuo cuore. Ci sei finito dentro con un cuore ben disposto, pronto a donarti. Sei stato spinto dall'amore. Non hai abortito dopo un po' la volontà di Dio; qualcun altro l'ha fatto. Se ciò non fosse vero non saresti proprio tu a stare così male. Sei ferito perché hai cercato di essere sincero.
Non riesci a capire perché le cose ti si siano rivoltate contro, quando sembrava che Dio le stesse guidando. Il tuo cuore si domanda: “Perché Dio ha permesso che mi succedesse, se sapeva che sarebbe finita male? Ma la risposta è evidente. Giuda, per esempio, fu chiamato dal Signore e destinato a diventare un uomo di Dio. Fu scelto direttamente dal Salvatore e avrebbe potuto essere potentemente usato da Dio, ma Giuda respinse il piano di Dio, spezzò il cuore di Gesù. Ciò che era partito come un meraviglioso, perfetto piano di Dio finì in un disastro, poiché Giuda scelse invece di seguire la sua strada. Orgoglio e irrigidimento hanno fatto naufragare il piano di Dio che era in corso.

Dunque, metti da parte i tuoi sensi di colpa; piantala di autocondannarti; smettila di ricercare che cosa hai fatto di male. È ciò che pensi in questo momento che ha importanza davanti a Dio. Non hai fatto un errore, molto più probabilmente, hai semplicemente fatto troppo. Devi dire come Paolo: “Se io vi amo tanto, devo essere da voi amato di meno?” (2 Corinzi 12:15).
Ricorda che Dio sa esattamente quanto puoi sopportare e non permetterà che tu raggiunga il punto di rottura. Il nostro caro Padre ha detto:

“Nessuna tentazione vi ha colti che non sia stata umana; però Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via d'uscirne, affinché la possiate sopportare” (1 Corinzi 10:13).Il peggiore tipo di bestemmia è pensare che sia Dio l'autore del tuo dolore e della tua sofferenza, che sia il Padre Celeste a castigarti, che Dio ritenga tu abbia bisogno di un'altra o più afflizioni prima di essere pronto a ricevere le sue benedizioni. Non è così!

È vero che il Signore corregge colui che egli ama, ma questa correzione dura solo per un tempo e non è intesa a farci star male. Non è Dio l'autore della confusione presente nella tua vita, né lo sei tu. È l'insufficienza umana il nemico che semina zizzania nel tuo campo, è l'inganno ricevuto da qualcuno, vicino a te, che ha perso la fede in Dio. Il nemico cerca di farci del male tramite altri esseri umani, proprio come cercava di fare male a Giobbe mediante la moglie incredula.
Il tuo Padre celeste veglia su di te con uno sguardo attento. Ogni mossa è seguita, ogni lacrima è conservata. Egli si immedesima in te in ogni tuo dolore, sente ogni colpo. Egli sa quando sei stato esposto sufficientemente alla molestia del nemico; perciò interviene e dice: “Basta così!” Quando il dolore e la sofferenza non ti portano più ad avvicinarti al Signore e, al contrario, la tua vita spirituale comincia a venir meno, allora Dio interviene. Non permetterà, ad uno dei suoi figli che confidano in lui, di finire a terra a causa di troppo dolore e angoscia nel loro animo. Quando la sofferenza comincia ad agire a tuo discapito, quando essa comincia a frenare la tua crescita, Dio deve operare e tirarti fuori per un po' dalla battaglia. Non permetterà mai che tu ti consumi in lacrime, non lascerà che il dolore ti faccia perdere la ragione. Egli promette di giungere, giusto in tempo, per asciugare le tue lacrime e darti gioia.

La Parola di Dio afferma: “...il pianto può durare per una notte, ma la mattina viene il giubilo” (Salmo 30:5, traduzione letterale dalla versione inglese KJV).

Quando il tuo dolore è massimo, vai a pregare nella tua cameretta e sfoga in lacrime tutta la tua amarezza. Gesù pianse, Pietro pianse amaramente! Pietro si portò dietro il dolore per avere rinnegato il Figlio di Dio stesso. Egli camminò solo, sui monti, piangendo di dolore e quelle lacrime amare operarono un dolce miracolo in lui: se ne tornò indietro, per attaccare il regno di satana.
Una donna che ha dovuto subire una mastectomia ha scritto un libro intitolato Prima piangi. Quanto è vero! Ho parlato recentemente a un amico che da poco era stato informato di avere un cancro all'ultimo stadio. “La prima cosa da fare”, diceva “è piangere finché non ti restano più lacrime, poi comincia ad accostarti maggiormente a Gesù, finché senti che le sue braccia ti stanno saldamente sostenendo”.

Gesù non ignora mai un cuore implorante. Sta scritto: “Tu, Dio non disprezzi un cuore abbattuto e umiliato” (Salmo 51:17). In nessun caso il Signore ti dirà: “Controllati! Rimettiti in piedi e inghiotta la pillola! Stringi i denti ed asciugati le lacrime”. No! Gesù conserva ogni singola lacrima nel suo contenitore eterno.
Stai soffrendo? Molto? Allora vai a farti un bel pianto! E continua a piangere finché hai lacrime da versare. Ma stai attento che quelle lacrime scaturiscono solo dal dolore e non da incredulità o da autocompassione.

Convinciti che sopravviverai, ne uscirai fuori; vivo o morto, tu appartieni al Signore. Saresti sorpreso nel costatare quanto puoi riuscire a sopportare, con l'aiuto di Dio. Felicità non è vivere senza dolori o sofferenze, assolutamente! La vera felicità è imparare a gioire nel Signore, qualsiasi cosa sia successa nel passato.
Ti puoi sentire respinto o abbandonato. La tua fede può essere debole. Puoi sentirti d'essere andato al tappeto. Il dolore, le lacrime, i mali e la sensazione di vuoto a volte possono soffocarti, ma Dio è ancora saldo sul suo trono. Egli è ancora Dio!
Non puoi farcela da solo. Non puoi frenare il dolore e la sofferenza. Ma il nostro benedetto Signore ti verrà incontro, ti raccoglierà con la sua mano amorevole e ti solleverà per farti nuovamente sedere nei “luoghi celesti”. Ti libererà dalla paura di morire e manifesterà il suo infinito amore per te.
Guarda in alto! Rassicurati nel Signore. Quando il buio ti circonda e non vedi alcuna via d'uscita per il tuo problema, abbandonati nelle braccia di Gesù e abbi semplicemente fiducia in lui. Deve fare tutto lui! Egli però vuole la tua fede, la tua fiducia. Vuole che tu proclami a voce alta: “Gesù mi ama! Egli è con me! Non mi abbandonerà! Sta risolvendo tutto, proprio adesso! Non sarò abbattuto! Non sarò sconfitto! Non sarò una vittima di satana! Non perderò la testa, né mi smarrirò! Dio è dalla mia parte! Io lo amo ed egli mi ama!”

La linea di partenza è la fede, e la fede si basa su questo assoluto: “Nessuna arma fabbricata contro di te riuscirà...” (Isaia 54:17).


tratto da: "Non Gettare la Spugna" di David Wilkerson





Share |

6 aprile 2010




E operava grandi segni,
fino a far scendere del fuoco dal cielo sulla terra in presenza degli uomini.

(Apocalisse13:13)


La venuta di quell'empio avrà luogo,
per l'azione efficace di Satana,
con ogni sorta di opere potenti, di segni
e di prodigi bugiardi;


e con ogni sorta d'inganno d'iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all'amor della verità per esser salvati.
(2Tessalonicesi2:9,10)



L'infame "Blue Beam Project" - architettato dalla NASA in tre differenti fasi operative - si prefigge di accelerare l'instaurazione di una sola religione mondiale. La diffusione di una nuova religione "unica" è considerata dalle elite un imprescindibile basamento ideologico su cui fondare il cosiddetto "Nuovo Ordine Mondiale." La mancata unificazione di tutti i credo religiosi - infatti - costituirebbe un ostacolo insormontabile rispetto ai piani di unificazione politica e sociale dell'intera popolazione planetaria.


La prima fase operativa riguarda il "ritrovamento" di antichi reperti archeologici in alcune precise zone del pianeta (in alcuni casi a seguito di sommovimenti geologici provocati artificialmente), reperimenti talmente rivoluzionari da sancire la definitiva smentita di tutte le "certezze religiose" coltivate fin'oggi dalle popolazioni mondiali (i fossili di dinosauro?). Ogni nazione dovrebbe così essere indotta a credere di avere male interpetrato per secoli la propria dottrina religiosa. La preparazione psicologica rispetto a tale primo segmento è riscontrabile in numerosi film e documentari atti a sostenere la sostanziale "infondatezza" della cosmogonia creazionistica e l'incompatibilità dei tradizionali dettami religiosi con la natura umana (tra i tanti: Zeitgeist, Religious, Sex Crimes and Vatican, il Codice Da Vinci ed il recente Codice Genesi).

In definitiva, obiettivo del primo segmento operativo è quello di distruggere le convinzioni dei cristiani anche mediante alcune "prove inconfutabili" provenienti da un remoto passato.

La seconda fase operativa prevede l'apparizione nei cieli di numerose località sparse intorno al mondo, di enormi immagini "divine". Il tutto sarà realizzato sfruttando la tecnologia degli ologrammi tridimensionali proiettati mediante raggi laser e resi "parlanti" mediante sofisticati strumenti di proiezione del suono. La proiezione sarà effettuata direttamente dai satelliti orbitanti, usando come "schermo" uno strato di sodio fluttuante a circa 100 chilometri dalla superficie terrestre. La stessa tecnologia sarebbe già stata adoperata per fare comparire almeno una parte dei numerosissimi oggetti volanti non identificati.

Obiettivo di tali messe in scena sarà quello di fare apparire il "nuovo messia" - che con le sue parole inaugurerà l'istituzione della nuova religione mondiale.

In ogni parte del pianeta i fedeli di ogni religione assisteranno alla trasfigurazione della propria divinità adorata (Gesù, Maometto, Buddha, Krishna, ecc.) nella figura della nuova divinità. costei spiegherà che il fine della religione sia quello di unire i popoli, e non di separarli, e di come i dettami della antiche scritture e tradizioni siano stati fraintesi ed equivocati, conducendo fratelli a combattere contro fratelli. (a supporto  di questo sottile inganno viene citata oggi spesso la frase "Dividi et Impera", la trovate in ogni luogo..)  Le antiche religioni dovranno perciò essere abolite, in quanto menzognere, e sostituite da una nuova, unica religione universale (probabilmente a base islamica).

L'evento appena descritto si verificherà in un momento di diffusa anarchia, incertezza e paura scatenata da una enorme catastrofe "naturale" (asteroide? tempesta solare?) o altro evento verificatosi su scala mondiale.

La terza fase operativa avrà a che fare con le nuove tecnologie di comunicazione telepatica: le microonde ELF (extremely low frequency), VLF (very low frequency) ed LF (low frequency). Attraverso un bombardamento di impulsi di radiazione ogni singolo individuo del pianeta sarà persuaso di avere un rapporto di comunicazione diretta con il nuovo dio. Il bombardamento sarà effettuato mediante satellite, e provocherà una profonda interazione con il pensiero individuale, formando il fenomeno attualmente denominato "pensiero diffuso artificiale."

Lo studio e l'utilizzazione delle tecnologie anzidette, adoperate anche per il famigerato programma "MK-Ultra" sono stati dimostrati in numerose occasioni.
A tal proposito, è utile citare una conferenza che ebbe luogo nel gennaio 1991 presso l'Università dell'Arizona, dal titolo "Ricerche avanzate della Nato in materia di sistemi biomolecolari." Alcuni argomenti affrontati dalla conferenza scatenarono le proteste degli astanti, spaventati dal potenziale abuso che i governi avrebbero potuto fare delle tecnologie presentate. In quella occasione gli scienziati accennarono alla capacità acquisita da parte degli Stati Uniti, di rendere cieche, sorde o mute le persone solo mediante la trasmissione di determinati impulsi magnetici.

Alcune delle anzidette tecnologie sono attualmente operative ed utilizzate dalla CIA, la NSA e l'FBI per scopi politici e militari, compresa la creazione di "candidati manciuriani" (assassini inconsapevoli). Esse si basano su una metodologia del tutto nuova di studio del cervello e del sistema neuro-muscolare, ed agiscono mediante impulsi di radiazione trasmessi a bassissime frequenze. La sperimentazione dei sistemi biomolecolari continua ad avere luogo sui detenuti di Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Finlandia, Australia, Germania, Francia (Arancia Meccanica, film di Stanley Kubrick del 1971 trattava questo argomento n.d.t.).

E' utile riportare quanto dichiarato nel 1970 dallo psicologo James V. McConnel in una intervista rilasciata alla rivista "Psychology Today."
"Presto giungerà il giorno in cui saremo capaci di combinare la deprivazione sensoriale con l'azione ipnotica di alcune droghe ed il meccanismo "educativo" basato sulla dicotomia ricompensa-punizione. A quel punto potremo raggiungere un controllo pressochè assoluto sul comportamento di un individuo, ed ottenere molto rapidamente ed efficacemente un "positivo" lavaggio del cervello che ci consentirà di riprogrammare indole e personalità di qualsiasi individuo."

Quanto appena detto, sta alla base della filosofia sociale delle Nazioni Unite, secondo la quale nessuno dovrebbe potersi dire "possessore" di una propria personalità. Qualsiasi personalità "antisociale" dovrebbe considerarsi "abusiva" e dunque suscettibile di "miglioramenti" impositivi da parte degli enti preposti. Tutto ciò - naturalmente - per poter soddisfare le esigenze "collaborative" richieste dal nuovo ordine mondiale.

Vi suggerisco di prendere seriamente in considerazione tali informazioni, prima di respingerle come frutto di un fanatico cospirazionista. Vi suggerisco di informarvi circa il chip trasmettitore prodotto dalla compagnia Loral Electro-Optical System con sede in Pasadena, California. Tale trasmettitore, che opera sulle stesse frequenze del sistema nervoso umano, fu commissionato dal generale Leonardo Perez in nome e per conto della aviazione militare statunitense, che era alla ricerca di un'arma che fosse in grado di trasmettere impulsi di sfiducia nella mente del nemico ed impulsi di fiducia in quella delle truppe amiche.

Si sospetta che la tecnologia ELF sia stata adoperata nel 1970 contro una donna britannica la quale protestava troppo "animosamente" contro l'installazione di missili cruise presso la base militare di Greenham Common (se è per questo esiste la possibilità che tali sperimentazioni siano già in corso d'opera da molti anni in tutto il mondo, e più precisamente dal momento in cui persone completamente normali hanno iniziato ad uccidere per futili motivi i propri congiunti, famigliari e vicini di casa, casi ormai molto frequenti, di cui sentiamo parlare quotidianamente in tutti i notiziari - n.d.t.) .

Questa arma è in grado di causare la totale deprivazione sensoriale di un individuo, al punto che il soggetto non sia più in grado di udire i propri stessi pensieri. La metodologia scientifica utilizzata dalla tecnologia ELF è stata descritta in moltissime pubblicazioni del Dipartimento della Difesa statunitense, tra cui uno intitolato "Spettro elettromagnetico e conflitto a bassa intensità", stilato del capitano Paul E. Tyler, comandante medico della marina degli Stati Uniti, incluso in una raccolta di saggi dal titolo "Bassa intensità e moderne tecnologie di modifica", a cura del tenente colonnello David G. Dean. La raccolta è stata pubblicata nel 1986 da parte delle edizioni "Air University Press."

Nel suo libro "The Body Electric", il candidato premio Nobel Robert Baker descrive una serie di esperimenti condotti nel 1960 dallo scienziato Allen Frie, in cui il funzionamento della manomissione mentale è stato pienamente dimostrato. Così come gli esperimenti condotti nel 1973 dal dottor Joseph Sharp, che vi si sottopose personalmente, dimostrando di poter udire e comprendere messaggi inviatigli in una eco-camera attraverso una serie di audiogrammi ad impulsi a microonde. Baker concludeva il libro con alcune considerazioni circa il pericolosissimo potenziale di una tal sorta di tecnologia, ha inoltre notato come sia stato possibile accelerare o allentare il battito cardiaco di una rana sincronizzando il fascio di impulsi a microonde con il ritmo del cuore dell'animale. Un altro libro del 1978, scritto da James C. Lynn ed intitolato "Microwave Auditory Effect and Application" descrive come sia possibile trasmettere delle voci perfettamente udibili, diretttamente nella mente di un individuo.

Nel corso della campagna elettorale del 1988, il candidato alla presidenza degli Stati Uniti Michael Dukakis accusò il suo avversario George Bush Sr. di avere utilizzato tecnologia a microonde al fine di compromettere le sue performance in alcuni comizi, dopo che i primi sondaggi di opinione avevano dimostrato il vantaggio accumulato da Dukakis nella corsa presidenziale. Sostenne inoltre che la stessa tecnologia fu usata contro Kitty Dukakis (sua moglie n.d.t.), spingendola sull'orlo del suicidio.

Nel dicembre 1980 venne pubblicato sul periodico "US Army Journal" un articolo dal titolo: "The New Mental Battlefield: Beam Me Up, Spock", a cura del tenente colonnello John Alexander. Scrive Alexander:

"... Numerosi esempi dimostrano incredibili progressi in tali aree. Il trasferimento di energia da un organismo all'altro; la capacità di trasmettere o guarire una malattia a distanza; la capacità di indurre la morte a distanza in modo tale che non sia riscontrabile una causa apparente del decesso; la modificazione del comportamento mediante strumenti telepatici, che consente di indurre uno stato ipnotico fino ad una distanza di 1000 chilometri, questi sono tutti obiettivi già conseguiti." Alexander conclude: "Se sarà possibile alimentare il pensiero artificiale multigenico mediante satellite, a quel punto il controllo mentale dell'intero pianeta sarà a portata di mano."

Ecco, tornando al Blue Beam Project, la terza fase a cui accennavamo paragrafi eddietro è denominata proprio "Electronic Telepathic Two Way Communication."

Fintanto che la gente non si renderà conto che questo genere di tecnologia non è fantascienza, ma esiste realmente, essa correrà un gravissimo pericolo. Perchè arriverà la notte in cui nel cielo compariranno immagini meravigliose e sconvolgenti, che preannunceranno l'avvento del nuovo messia, ed in molti non saranno adeguatamente preparati ad affrontare la situazione, vedere il tranello, e salvarsi la vita dall'inganno.








Fonte:

http://www.thewatcherfiles.com/bluebeam.html






Share |
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

blogger templates |