19 novembre 2011

L'INGANNO FINALE

il dio egizio yah è anche raffigurato come un vitello d'oro

LE ORIGINI DEL DIO YA

La guerra contro il nome di Gesù continua. Molti sono sedotti dall'inganno di rigettare il nome di Gesù per accettare Yahshua, Yahweh,  o qualche altro presunto nome.

queste informazioni possono essere ciò che salva la tua anima dai culti moderni che cercano di cancellare il nome di Gesù dalla terra.

leggendo l'enciclopedia ebraica sul nome di Dio, si scopre che contiene un sacco di informazioni molto ingannevoli, ma fornisce qualche finestra sul modo di scoprire la verità. 
 
Molti studiosi sostengono che il nome di YHWH / YHVH proviene da fonti pagane ed è stato adottato dagli ebrei. Gli ebrei negano. Ma resta il fatto che il nome"Yah" è l'ingrediente fondamentale nel Yahweh / Yahveh. Senza il Yah non c'è weh o veh. L'enciclopedia ebraica dà qualche informazione, ma occulta un sacco di verità
 
Per esempio, dicono che "Yah" è un nome dato da Dio agli Israeliti. Bene, questo è stato dimostrato falso da molti studiosi che nella traduzione di documenti antichi e manufatti hanno trovato "Yah" tra diversi antichi regni e popoli prima che ci fosse un Abramo o un Israele. Ecco alcune informazioni raccolte: 
 
L'enciclopedia afferma che Yah e il Yahweh / Yahveh non proveniva dall'ittita, persiano, egiziano, o fonti greche. Tuttavia si ammette che i nomi Ya, Yah, anche Yahu, sono stati utilizzati in Babilonia prima del 2500a.C. e sono stati trovati su tavolette di argilla (tavolette di Ebla). È ritenuto che Ya, Yah, e Yahu era un dio straniero. 




Ricercatori hanno trovato i nomi Yahu Ya, Yah, in tavolette babilonesi del 2500a.C. circa. Prendendo queste informazioni come base va sottolineato il fatto che Abramo non è nato fino al 1800a.C. Israele come nazione non esisteva fino al 1400a.C. quando sono usciti dall'Egitto. Ovviamente, nel 2500a.C non c'era Abramo, nessun popolo o nazione israelita, e i nomi Ya, Yah, e Yahu esistevano ancora prima che essi fossero nel mondo. Così, l'idea che Ya, Yah, e Yahu provengano da Israele è falsa.

Nel 2500a.C non c'era la nazione o impero greco. Nel 2500a.C non c'era l'impero persiano. Questo ci lascia con il regno ittita ed egizio, quali unici regni o nazioni di persone esistenti. E, in entrambi i regni ittita ed egizio vi è un dio ya, Yah. Il dio Yah in Egitto, con cui gli ebrei avevano contatto è il dio della luna. E 'una coincidenza che il nome ebraico per la luna contiene il germe del dio Yah egizio? (Strong # 3394-ya , vedi inoltre il dio luna cananeo Ya-rikh)
 
Ya è il nome di un dio che era in aggiuntivo ai nomi di diversi re ittita: Tudhali-ya I (1700a.C.), Tudhali-ya II,  Tudhali-ya III Tudhali-ya IV, e Tudhali-ya V. Tutti questi vissero prima di Abramo. Ciò che è interessante è il nome: Tud-Hali yah può essere lo stesso come Tud-Hallel yah o Tud-halleli jah. Il suo nome potrebbe quindi significare, lodate il dio Ya di Tud, o il dio Ya di Tud è da lodare. 

Nel 1500 a.C. ci fu un re degli Ittiti chiamato Huzzi-ya, con il nome del dio Ya sempre aggiunto alla fine del suo nome. Questo fatto di aggiungere il nome di un dio alla fine del nome di una persona sarebbe anche una pratica che gli Israeliti hanno imparato da altri popoli antichi. Quando Dio nominò Adamo non Vi ha affisso ya alla fine del nome di Adamo, nè ha allegato ia o ya alla fine del nome di Eva.

facendo una ricerca sulle divinità degli Ittiti si è scoperto che gli Ittiti sono stati conquistati dagli Assiri. Gli Assiri sono il popolo di Assiria o Siria. La Siria e l'Assiria sono nomi collegati ad Ashur figlio di Sem. Assur è la stessa Assir o Asuriya e Suriya. Ora Assiria è la stessa Assir e Assur. Ma qui è il punto della nostra attenzione: a un certo punto nel tempo, il nome del dio Ya è stato aggiunto a questo nome per formare Assyr ia-o Assyr-ya, che è la stessa di Yah Assyr. Possiamo quindi vedere che Assyr ia è la stessa Assyr ya e Yah Assyr, anche Assyr jah. Ciò indica che questo dio ya è stato identificato come il dio di Assur. Così, quando il nome di Assur è traslitterato in Assyr tra l'altro abbiamo un intera popolazione che è diventata gli Assiri il cui dio era Ya. Il nome di questo dio yah è stato nel nome della Siria sino dai tempi antichi. Vediamo allora che Syr-ia non è altro che lo stesso Assur-ia e questo collega il dio Ya ad un periodo molti secoli prima che ci fosse un Abramo o Israele. E a questo proposito perché Israele -Israel termina in "el" una contrazione di Elohim e non termina con "ya", come Israya, o Isra ia? Dal momento che Dio stesso cambiò il nome di Giacobbe in Israele, non avrebbe potuto riferirsi a se stesso come "Ya" se effettivamente questo era il suo nome?

Allora, quando gli studiosi ebrei e gentili avanzano la pretesa che Ya era una divinità straniera al di fuori del pantheon babilonese degli dei, si può vedere facilmente la fonte/i di questa divinità, almeno tra gli Ittiti ed Egiziani antichi, trasferitosi poi in Assiria e Babilonia, poi successivamente tra gli ebrei. È quindi falso reclamare che il dio Ya era una divinità straniera trasferita agli Ittiti, agli Assiri e ai Babilonesi da Israele, è invece l'esatto contrario. 
 
È facile osservare invece che questo dio Ya è diventato uno dei molti dèi del pantheon di divinità, come di imperi conquistatisi a vicenda. Hanno fatto uso di queste divinità per mostrare che entrambi sono stati conquistati da qualche presunto dio superiore, e hanno permesso alla gente che rimanessero i loro dèi per mantenere il controllo sulla popolazione. Al vincitore, non importava ciò che erano gli dèi di un popolo conquistato, non avendo potere vittorioso. Questa stessa disposizione è stata utilizzata contro gli Israeliti dai Filistei e altre nazioni. Il dio del popolo è stato poi fissato nei nomi dei figli e delle figlie. 
 
Friedrich Delitzsch, specializzato nello studio delle lingue antiche del Medio Oriente ha dimostrato che il nome del dio Ya, Ya-VE, Ya-u (YHVH Ya-hu) esisteva in Babilonia nel lontano 2500a.C. La confusione nasce quando gli studiosi tentano di giustificare l'uso israelita di Ya e fanno di questo dio, il Dio degli Ebrei, provando a fare di questa divinità un Dio unicamente ebreo e non un dio da un popolo straniero e pagano. Questo naturalmente salva l'ebraico YHVH dall'essere un idolo pagano. 

Resta però il fatto, anche se gli studiosi pervertono l'evidenza: che non c'era Abramo nel 2500a.C. Non c'era nessun popolo israelita. Non c'era nessuna nazione d'Israele. L'adozione del dio Ya deve quindi provenire dai secoli precedenti.

Ora capiamo che il dio Ia, Ya e Yah, sono intrusioni nel Vecchio Testamento attraverso l'associazione israelita con le nazioni gentili e nell'adozione degli dèi. Ciò è facilmente rilevabile nei profeti dell'Antico Testamento e storia di Israele.

Come ha fatto poi il YHVH pagano a entrare nelle scritture del Vecchio Testamento? Non c'è dubbio che questa interpolazione è venuta nel tempo in cui gli ebrei erano in Babilonia. Ed è inoltre certo che il tetragramma non era conosciuto dai patriarchi Noè, Abramo e Mosè. Gli studiosi cercano di rivendicare che il "J" o la versione jahveista delle Scritture precede la "E" o il racconto del primo capitolo. Questo è falso e sarà sempre falso. La "E" nel racconto del primo capitolo è il primo di tutti i manoscritti. Scopriamo la verità di ciò in Esodo 6:4, dove Dio parlò a Mosè e dice espressamente che il nome di Ehyeh asher Ehyeh (ora degenerato in JHVH-Yahweh e Jeovah), non era noto ad Abramo, Isacco e Giacobbe. In questo luogo, così come a partire da Genesi 2:4, l'interpolazione del tetragramma in più di 5989 posti è una frode e dovrebbe essere completamente annullato.

Non ci può essere YHVH prima del roveto ardente se effettivamente là è stato rivelato. E averlo nel testo biblico prima del tempo che sarebbe stato rivelato è una frode intelligente. Il fatto che il tetragramma è stata interpolato nel tempo di Adamo fino a Mosè, mostra che qualcuno aveva una mano nella perversione delle Scritture con il nome di un dio pagano. 

Mentre gli ''studiosi accademici'', per non avere problemi, ora comodamente mettono da parte i fatti e accettano il dio tetragramma, quelli con l'onestà intellettuale saranno d'accordo invece con i primi esegeti come Onkelos, il Targumim di Gerusalemme, e gli scritti presunti di Jonathan, che Ehyeh asher Ehyeh è il nome originale del Dio di Israele dato a Mosè nel roveto ardente, ed è questo Ehyeh il nome di Dio che non era conosciuto da Abramo, Isacco e Giacobbe. Il nome Ehyeh è diventato il nome di Dio per rappresentare la sovranità. Questo sta a significare che nessuno è maggiore. Per gli israeliti era un nome di liberazione e di salvezza dalla schiavitù egiziana. 
 
E 'ovvio che Ehyeh "HYH" contratto a Yeh, è l'originale del successivo greco KURIOS o SIGNORE. Inoltre, il greco "ia" e Aia, dovrebbe essere corretto a rispettare Ehyeh, Yeh, Ie, e IEH, così Hallelu-Jah (Yah) sarebbe Hallelu-jeh (yee). Vorremmo e dovremmo correggere tutti i nomi del Vecchio Testamento che terminano con "iah" il nome di un dio pagano, per riportarli di nuovo correttamente a "IEH", come è la contrazione vera Ehyeh. Queste correzioni non sono un peccato. Essi sono in realtà un giusto tentativo  per correggere ciò che era e che è peccaminoso, mettendo il nome di un dio pagano nella Bibbia per pervertire i nomi dei figli d'Israele con l'aggiunta di questo nome di un dio/idolo pagano per loro. 
 
guardando il testo dei Numeri 13:16. In questo testo Mosè presso il roveto ardente realizza una prova storica del nome di Dio "Ehyeh". E aggiunge la contrazione "Yeh" alla parte anteriore del nome Oshea formando Jeh-Oshea. Nella Settanta e successive versioni della Bibbia, il nome Osea è alterato nel termine da "ea" a "ua", formando Oshua. Aggiungendo poi "Yeh" ora abbiamo Yeh-Oshua, o Yehoshua. In greco la "h" è caduta perché è spesso una lettera silenziosa e non necessaria per indicare la pronuncia, da cui il nome Jeh-Oshea diventa Jeh-oshua, e alla fine cadendo il "eh" si arriva a Joshua. E 'in questo ultimo nome che il nome di Dio, [che Mosè attribuisce al nome del suo successore Giosuè] è stato rimosso. Milioni di persone non hanno idea di questa frode e non hanno idea che il nome di Dio presso il roveto ardente è stato anche una parte del nome di Joshua (Giosuè).
non pensate che questa sia solo una prevista traslitterazione greca senza frode. Ora, se si considera che il nome di Gesù è collegato al nome di Jeh-Oshea, il nome originale di Giosuè, è inoltre noto che poche persone nel mondo sono a conoscenza che il nome di Gesù (Jeh-sus) contiene il nome di Dio manifestatosi presso il roveto ardente. 

provate a vedere ad es. sulla King James Version (KJV) è ancora presente con ''Jeh'', al contrario sulla New King James Version (NKJV) è ''Jo''. e guardate il particolare logo sulla Nuova Versione della Bibbia di Re Giacomo. Nella New King James Version oltre ad essere state cambiate molte parole, alcune sono invece state interamente omesse, una di queste è NUOVO TESTAMENTO, cioè il Nuovo Patto, la Nuova Alleanza che Dio ha fatto con gli uomini tramite Gesù.  
 
ci sono diversi e variegati culti di YHVH nel mondo e ciascuno ha il suo modo particolare di diffondere confusione e inganno. E ci sono anche molti che non credono che questa sia una questione molto seria. Ma avverto tutti coloro che leggono queste informazioni, che se si tenta di ritrattare, distruggere o cancellare il nome di Gesù dalla terra, per rivolgersi a questo dio pagano Ya o Yahweh, sarai eternamente perduto. 
 
Faccio notare ancora una volta che la parola "Hallelu-jah" non è nella Bibbia e ogni tentativo di collocare questo in qualsiasi forma nella Bibbia è un falso. Va sottolineato che il passo "alleluia" in Apocalisse 19 è da considerarsi un'interpolazione. Il capitolo di Apocalisse 7:9-12 è un passo parallelo dello stesso evento in Apocalisse 19:1-6. Se una persona mette a confronto il testo si possono vedere che sono lo stesso evento. Eppure nel testo dello stesso evento di Apocalisse 7:9-12 non c'è affatto un "alleluia". Questo dimostra che l' "alleluia" di Rivelazione 19 è interpolato. Perché la gente dovrebbe essere in cielo lodando Dio con loro con un "allelu-ya", e Gesù in tutta la cristianità non è mai stato chiamato "ya".
 
Per coloro che non si preoccupano di studiare questo problema, e per coloro che erroneamente pensano che non sia di vitale importanza, vi prego almeno di esaminare i dati che "ya" e qualsiasi forma del nome di questo dio non proviene dagli ebrei, e non trova posto tra i veri adoratori di Gesù. 
 
Se siete stati coinvolti nei culti moderni di Ya, è possibile che perdiate la salvezza se avete bestemmiato in maniera blasfema contro il nome di Gesù. Se foste ingannati da culti di Yahweh per bestemmiare il nome di Gesù, potete essere in grado di pentirvi e di essere restituiti alla salvezza. Ma, se rimanete tra gli adoratori di Ya, Yah, Yahu, Yahweh, Yahuveh, Yahshua, o anche di Jehovah, siete certamente dannati e senza speranza di salvezza e di vita eterna. 
 
è stato chiesto da un critico che ama il dio Ya, ''perché qualcuno dovrebbe fidarsi della Bibbia se contenesse tutta questa truffa?'' la risposta è che se ha potuto accettare il dio Ya in essa, e ha creduto anche nel resto che non è stato corrotto, allora noi che comprendiamo e crediamo che Ya è un falso dio possiamo semplicemente ignorare le parti dove vi sono falsità e credere nelle parti che sono vere! La nostra fede non è in un libro perfetto, ma in un Dio perfetto. Siamo adoratori del vero Dio nel libro, non adoratori del libro. Noi non siamo coloro che trattano il libro biblico come un idolo e lo adorano. 

Per coloro che non hanno conosciuto le profondità di questo inganno satanico, siate incoraggiati! e che Gesù sia effettivamente la vostra luce in queste ore di lorda oscurità che copre la terra.


Bibliografia e note:

Dictionary of Ancient Deities , Patricia Turner e Charles Coulter, pagina 510, Oxford Press, 2000, ISBN 0-19-514504-6. 

People of the Past Canaanites, Dr. Jonathan N. Tubb, pagina 230-'Iah', 231-'Iao', 526-'Yeuo', University of Oklahoma, 1998, ISBN 0-8061-3108-x

www.Jewishencyclopedia.com/tetragrammaton/
 
http://www.touregypt.net/featurestories/yah.htm

''A Dictionary of Egyptian Gods and Goddesses'' George Hart, published in 1986, Routledge, ISBN 0-415-05909-7

''The Lost Testament'' David M. Rohl, published in 2002 Newton & Compton ISBN 88-541-0099-4

''The International Standard Bible Encyclopedia'' Geoffrey W. Bromiley Vol.4  pag. 756,757 - ISBN 0-8028-3784-0

 
http://en.wikipedia.org/wiki/Ebla#Religion

http://concordances.org/hebrew/3394.htm

http://en.wikipedia.org/wiki/Assur

http://de.wikipedia.org/wiki/Friedrich_Delitzsch

 
riportiamo una citazione di David Rhol, egittologo britannico, referente al nome di Dio .

'È solamente ora, in questo punto cruciale della preistoria umana, che possiamo identificare il dio dei partiarchi antidiluviani della ''prima epoca''. Gli antichi lo conoscevano con diversi nomi ed epiteti. I sumeri facevano riferimento al dio di Eridu come Enki (''il signore della terra'') e Nudimud (''creatore di uomini''), mentre i popoli della Mesopotamia di lingua semitica orientale (gli Assiri e i Babilonesi) lo conoscevano semplicemente come Eya [precedentermente scritto Ia, più di recente scritto Ea, ma pronunciato Èya]. Questo nome probabimente non è semitico e può essere stato preso in prestito dai colonizzatori originari delle paludi sumeriche, che portarono il loro dio in Mesopotamia dalle montagne orientali. L'epiteto sumerico En.Ki (''signore della terra''), perciò, è semplicemente l'appellativo principale del dio di Eden, il cui nome proprio era Eya. Gli Ittiti e gli Hurriti della tarda età del bronzo lo chiamavano Aya. Gli Israeliti semitici occidentali di un migliaio di anni dopo avrebbero poi citato lo stesso dio chiamandolo Yah (pronunciato Ya), oppure con il suo nome ufficiale più lungo: Yahweh (pronunciato Yawè). La forma breve del nome Yhweh è quella più comunemente usata e ricorre in parecchi nomi israeliti/giudei (per es. Geremia [ebr, Yirmeyah ''Yah si eleva''], Amazia [Yah è forte''], Giosia [''Yah ci sostiene''], Iedidia [''amato da Yah''], ecc.) e in espressioni bibliche molto note, come ''alleluia'' (''sia lodato Yah''). Yah era senza dubbio il nome più comune di Dio in tarda epoca biblica.''      ......

pur essendo di aiuto nel descrivere nuovamente il percorso del nome Yah, David Rhol indica che il nome Enki fosse l'appellativo del dio di Eden facendo intendere che fosse il vero nome del Creatore di tutte le cose.. ora leggendo altre definizioni più approfondite della genealogia del dio Enki, si comprende facilmente che questo nome NON è il nome del Dio vero e non gli appartenesse. Enki era figlio del dio Anu [Anunnaki] e padre di Ishtar [ Ishtar in accadico era Inanna e/o Nanna in Sumeria, dio della luna in Mesopotamia].

http://analogicalplanet.com/Pages/ContentPages/Sidebars/BurneyRelief.html

Il dio Ea, pronunciato Eya e Ya dagli Ittiti. (Letteralmente in sumero e babilonese: che vive in acqua o la sua casa è acqua) un termine che indica che c'era una connessione tra lui e il dio ebraico chiamato "Ya". In Sumero fu chiamato Enki (letteralmente, maestro del paese – signore della terra), Anu, dio di acqua dolce e saggezza, patrono della magia, delle arti e dei mestieri.

Ea (Eya (h) / Ya [Babilonia] / Enki / Enlil [sumero "Signore della Terra" / "Signore del comando"] / Ellil [babilonese "signore del vento"] / Ellel / Ellilus / A [Ittita] dio della scienza e della magia che potesse far rivivere i morti, figlio di Anu* e Nammu , e padre di Marduck.

*Anu dio del cielo, figlio di Anshar e Kisar , e con Ki o Antum il padre di Ea e Ishtar , anche il padre di Ninisina e Baba.
http://en.wikipedia.org/wiki/Iah

http://en.wikipedia.org/wiki/Lunar_deity 

http://en.wikipedia.org/wiki/Sin_%28mythology%29




Fonte web: http://ultimatedeception.blogspot.it/









Share |

18 giugno 2011



Dove può arrivare l'amore di un Padre?

Cari lettori, molti di voi forse non hanno ancora compreso che l'unica mèta del nostro Padre Celeste è soltanto vedere la nostra felicità...

pertanto in questi tempi difficili.. “Gettate sul Signore il vostro affanno ed Egli vi darà sostegno” (Salmo 55,22).

..''L'Eterno combatterà per voi, e voi ve ne starete tranquilli'' (Esodo14:14)























Share |

4 marzo 2011


Il seguente video è la parte finale di un importante film documentario di Keith Thompson che aiuta a comprendere quanto sia collegato il Movimento Zeitgeist al nuovo ordine mondiale dell'antiCristo e quanto lo sia al movimento New Age (Nuova Era) tramite le convinzioni sataniche dei loro fondatori.

Vi consiglio vivamente di documentarvi visionandolo in tutte le sue parti, affinchè possiate discernere i giorni che stiamo vivendo, e preparandovi a quelli che stanno arrivando senza farvi ingannare da niente!

di troppa conoscenza (vera) non è mai morto nessuno ..di ignoranza ne periranno TANTI! (Prov.15:14)

Qui trovate il film completo.






"nessuno degli empi capirà, ma capiranno i savi" 
(Daniele 12:10) 













Share |

17 febbraio 2011

IL MORSO DEL SERPENTE


VeriChip e 666 - Epi, Charagma, e Chi-XI-Stigma

Ci sono molte persone che indicano giustamente come il microchip sottocutaneo Verichip si può accomunare al Marchio della Bestia. La maggior parte delle prove bibliche a sostegno di queste rivendicazioni potrebbe sembrare carente..e in più una parte di "cristiani" (forse addormentati ..o forse volutamente falsi) fa di tutto per contrastare la realizzazione da parte della gente che il Verichip sia realmente il Marchio della Bestia, di modo che le persone possano anche cominciare a pensare che tale sostegno nella Parola di Dio non esista. Ma se osserviamo attentamente le parole greche direttamente connesse con il Marchio della Bestia, come Epi, Charagma, e Chi-XI-Stigma, diventa chiaro che il sostegno biblico per tale marchio è molto forte e chiaro. Ed è solo nella Bibbia che si trova tale profezia di migliaia di anni fa.


Epi – Guardando dentro il linguaggio dell'Apocalisse

Una delle affermazioni più comuni nei confronti di un impianto microchip è che il marchio della bestia si suppone sia "su - sopra" la mano o sulla fronte, e non "in-dentro" la mano o nella fronte. Apocalisse 13: 16, Apocalisse 14: 9-10, e Apocalisse 20: 4 si riferiscono ad un marchio nel corpo o sul corpo? 
 
La stragrande maggioranza delle attuali traduzioni disponibili optano per la definizione "su". Infatti, tutte le versioni moderne usano sul. Al contrario, tutte le prime versioni 1380-1833 contengono in (nella - dentro). Ciò include la Bibbia Wycliff (1380), Tyndale (1525), Coverdale's (1535), The Bishop's Bible (1568), La Bibbia di Ginevra (1587), la tanto amata King James Version (1611), Wesley's Bible (1755) e, infine, La Bibbia di Webster (1883). il dubbio contro la in non è stato lanciato fino alla Bibbia di Darby nel 1890.

Non è facile scartare il lavoro dei primi martiri cristiani, oppure i 54 studiosi del comitato che ha faticosamente tradotto la KJV, così come il lavoro del paroliere Noah Webster, un uomo che ha scritto il dizionario con le sue proprie mani. Sarebbe sciocco cancellare tale fede e dedizione a favore di versioni moderne nelle quali i traduttori non hanno avuto la lungimiranza di vedere come "in" potrebbe effettivamente avere un senso. 
 
Secondo la strong Concordance, sia "in" che "su" sono traduzioni valide della parola greca epi. molte definizioni della parola epi includono "in", "in un luogo", e "tra", i quali descrivono perfettamente il posizionamento di impianti moderni RFID di oggi come il Verichip Applied Digital Solution. Il VeriChip è facilmente iniettato "in" corpo, " in un luogo" della mano o della fronte, e rimane "tra" la carne.

La definizione di "tra" della Strong's Concordance inizia davvero ad avere un senso se si considera il sistema brevettato BioBond che consente al rivestimento di fondersi ai tessuti circostanti con una capsula di vetro altrimenti liscia. BioBond era una soluzione al problema della migrazione di microchip RFID quando sono impiantati sotto la pelle di animali domestici. Questo rivestimento rende l'impianto Verichip molto difficile da rimuovere senza intervento chirurgico ed è ciò che rende "conficcare - rimanere". In altre parole come il VeriChip, il Marchio della Bestia probabilmente rimane una volta impiantato.

Charagma - Il marchio della bestia

La parola greca per il marchio è charagma. Sempre la Strong's Concordance definisce charagma come "un graffio o incisione", "un simbolo di servitù", "scalfito - scalfittura" e infine "marchio". La Strong's Concordance nota anche che charagma è direttamente correlata alla parola greca charax che significa "stuzzicare in un punto" e descrive anche "un piolo appuntito".

Come scritto sopra, una delle definizioni di Charagma è scalfito o inciso. Il The American Heritage Dictionary of the English Language definisce inciso come segue "1. scolpire o incidere; fissare, incidere in modo permanente. 2. Per marchiare o fissare profondamente".

Da queste definizioni possiamo ottenere un quadro chiaro di una superficie che è trafitta da una punta acuminata, o l'atto di usare uno strumento per incidere. Il rapporto tra il marchio della bestia (charagma) e una siringa che trafigge la pelle è evidente. E 'stato anche osservato che il microchip è inciso, scolpito o modellato durante la sua produzione. 
Le definizioni di charagma - insieme al fatto che il Verichip viene iniettato con una siringa specializzata - mette in chiaro che il marchio della bestia può benissimo essere un microchip iniettato nella mano. 
 
Il primo uso della parola Charagma al di fuori della Bibbia descrive il pungente morso di un serpente (piercing). C'è un inquietante collegamento tra il morso appuntito del serpente Satana (Isaia 27: 1), il "morso del serpente" (charagma), e una siringa come quella del microchip iniettabile VeriChip. 


Questo verso richiama alla mente Apocalisse 13: 1 che descrive la Bestia.
"[Charagma] è un inciso, marcato, inscritto o scolpito 'marchio' o 'segno'. Vicino al senso originario [...] il primo esempio è in Sofocle, Filottete, - 267, dove [charagma] denota il morso di un serpente. " Theological Dictionary of the New Testament (vol 9, page 416) 

"[Charagma] qualsiasi segno inciso, impresso o di marchiatura; segno degli aculei del serpente, cioè il suo morso, Pungiglione, Puntura"
 
Vi sfido a pensare a qualcosa che assomiglia ad una siringa e al suo ago cavo più strettamente del dente aguzzo e cavo di un serpente!

Il libro di Amos cita il giorno del Signore e di un morso di serpente alla mano in versi consecutivi. 
 
Il leone e l'orso accennati nello stesso passaggio portano inoltre alla mente la bestia in Apocalisse 13:2 Questo potrebbe prefigurare il Marchio della Bestia negli ultimi giorni.

Amos 5

18 "Guai a voi che desiderate il giorno del SIGNORE! Che vi aspettate dal giorno del SIGNORE? Sarà un giorno di tenebre, non di luce."

19 "Voi sarete come uno che fugge davanti a un leone e s'imbatte in un orso; come uno che entra in casa, appoggia la mano alla parete, e lo morde un serpente."
 
C'è un avviso importante nel verso 18 circa il desiderare gli ultimi giorni. Anche se si possono riconoscere i segni dei tempi, non si dovrebbe in alcun modo avere il desiderio o cercare di affrettare il loro compimento perché sono tempi pieni di dolore e sofferenza. Si consideri il seguente:


Ecclesiaste 10: 8

"Chi scava una fossa vi cadrà dentro, e chi demolisce un muro sarà morso dalla serpe."
 
Un muro simboleggia una barriera, un recinto, una protezione, lascia che Dio si prenda cura di te! Si rivelerà una benedizione concederGli la tua vita piuttosto che accettare il morso del serpente, il charagma, il Marchio della Bestia. 

Chi-XI-Stigma – 600 -60 - 6


Apocalisse 13:18

Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento conti il numero della bestia, perché è un numero d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei. 
 
I primi traduttori della Bibbia hanno scelto di precisare il numero 666 - seicento sessanta e sei. Questa è una delle rare eccezioni nella Bibbia inglese in cui è scritto un numero a lettere invece di utilizzare una rappresentazione numerica. Questo trattamento del 666 ci fa focalizzare i singoli caratteri che ci permettono di acquisire una maggiore comprensione del Marchio della Bestia.

Se guardiamo al greco vediamo che il 666 è presentato con tre lettere: Chi - Xi - Stigma. I valori numerici sommati di queste tre lettere greche è 666.

 
La Strong's Concordance dà alla parola stigma la seguente definizione: 'bastone' ... un marchio inciso o perforato [per il riconoscimento della proprietà] ... marchio. A" Con le definizioni di bastone, incisione, perforato, e il marchio, lo stigma è molto vicino alla definizione di charagma.
 
Stigma e charagma suggeriscono entrambi l'idea di una siringa, un microchip iniettabile come il VeriChip. Stigma in lingua inglese inoltre è definito come "un segno di infamia o disonore", c'è un evidente collegamento al suo uso nell'Apocalisse.


Token della perdizione


Filippesi 1

28 "per nulla spaventati dagli avversari. Questo per loro è una prova evidente di perdizione; ma per voi di salvezza; e ciò da parte di Dio."

29 "Perché vi è stata concessa la grazia, rispetto a Cristo, non soltanto di credere in lui, ma anche di soffrire per lui"

Un'altra definizione interessante di stigma nel suo utilizzo nella lingua inglese è il "token". Chiunque abbia familiarità con la sicurezza digitale riconosce un token come un dispositivo fisico che viene utilizzato per ottenere diversi livelli di accesso, identificazione-autenticazione.

Questo è esattamente quello che è il Verichip, un token di sicurezza.
Nei tre fattori dell'autenticazione questo è conosciuto come: "quello che hai". Gli altri due fattori sono "ciò che sai" come in una password, data di nascita, pin, ecc, e "ciò che sei" come nella biometria, soprattutto del volto, iride, impronta digitale o scansione della vena.

Come il VeriChip, un token di protezione quasi sempre porta un numero univoco su di esso. Ci si deve chiedere se questo si riferisce in qualche modo al fattore di tre fedeltà alla Bestia [6 – 6 – 6]

"Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome." (Apocalisse 13:17)


i seguenti brani di notizie (già datati anno 2005) dimostrano l'accoglienza di un tale token di sicurezza.

"In definitiva, la soluzione ideale per i commercianti sarà un lettore che si basa su uno standard aperto e in grado di accettare ogni carta contactless token." The convergence of contactless payment (La convergenza dei pagamenti senza contatto) (1)

"Ho voluto essere chippato", dice, e quello che ho voluto mettere nel mio chip è interamente me stesso. Lavorando con la biometria, sono stato coinvolto nei sistemi di autenticazione per 20 anni, ed ero un promotore del token. Ora sono il token." RFID is literally getting under people's skin ( RFID va letteralmente sotto la pelle delle persone) (2)

La definizione di "token" per stigma fornisce un indizio che il marchio sarà prontamente adottato a causa della sua stretta relazione con il denaro, l'identificazione, e il commercio. La sicurezza giocherà un ruolo significativo per vendere e accettare il marchio della bestia ( 1Tessalonicesi5.3).

Che cosa c'è nel nome

C'è un altra notevole correlazione tra il Verichip e Chi-XI-Stigma (666). Una delle prime facciate pubbliche di Applied Digital Solutions è la Digital Angel. Dato il carattere allarmante della tecnologia si è presto scoperto che il logo della Digital Angel conteneva un nascosto ma evidente 666. 

 
Digital Angel non è l'unico prodotto con un nome o un logo che si collega al 666. La connessione tra i prodotti acquistati e il 666 sembra essere diventata una tendenza di VeriChip Corporation Applied Digital Solutions. Se non altro, si aggiunge alla crescente evidenza che rivela la natura del Marchio della Bestia e del 666. È difficile relegare queste cose come a delle semplici coincidenze. 
 
Una recente acquisizione di Applied Digital Solutions è EXI Wireless. Ricorda che Xi è il 60 in 666. ). Un altro acquisto è XMark (che comprende i prodotti WatchMate e Hugs). Degno di menzione è anche la Somark Innovations, azienda produttrice di inchiostro invisibile RFID utilizzato per tatuare il bestiame per il monitoraggio.

Anche se Xi e Chi non hanno portato a realizzazioni in inglese come la parola Stigma ha fatto, forniscono ancora qualche informazione sul Marchio. Chi è raffigurato come un maiuscolo X ed è utilizzato per simboleggiare Cristo. Questo è un possibile accenno all'antiCristo paragonandolo a un agnello con due corna (Apocalisse13:11) riferendosi alla sua probabile facciata cristiana o promesse di pace. (tenete sempre a mente il grande inganno della New Age, la loro "coscienza cristica" e la loro aspettazione del -falso- Messia).

Molte tradizioni orientali ritengono inoltre che il "chi" è un flusso di energia interna. Anche se ciò è solo una convinzione spirituale, è un fatto interessante che la futura versione del Verichip funzionerà con una fonte di energia interna denominata "Thermo Life".

La forma di Xi, come scritto in greco condivide la somiglianza ad un arrotolato serpente pronto a colpire. Ugualmente anche Stigma assomiglia a un serpente che è arrotolato e pronto a colpire. Questo è un altro suggerimento per Charagma come il morso di un serpente. E, come rilevato da uno dei nostri lettori, l'antenna del VeriChip è una bobina di filo arrotolato. 

Conclusione

  • Il greco epi può essere tradotto come "in" o "su", entrambi sono validi. Epi può anche essere tradotto come "in", "in un luogo", e "tra". Tutte le versioni in inglese prima del 1890 traducono epi come in.

  • Il charagma greco è tradotto "un graffio o incisione", "una dimostrazione di servitù", "scolpito-scalfito" e "marchio". Charagma è anche strettamente collegato a charax che significa "pungere-tagliare in un punto". 
     
  • La parola scolpita inglese (una delle le definizioni di charagma come elencato sopra) è definito come "modellare o scolpire, incidere" e "timbrare o imprimere profondamente; fissare in modo permanente." 
     
  • Il primo uso della parola charagma al di fuori della Bibbia descrive il (piercing) morso di un serpente. La "zanna" di un serpente ricorda da vicino la siringa usata per impiantare il VeriChip. 
     
  • Il numero 666 è stato scritto in originale greco con le lettere stigma xi chi (600 60 6). 
     
  • Lo stigma greco è definito come "a bastone-a punta", "un marchio inciso o perforato (per il riconoscimento della proprietà)" e "marchio". Questa definizione è molto vicina a quella del charagma greca. 
     
  • Le lettere greche chi e sia xi assomigliano ad un serpente pronto a colpire. Questo coincide con charagma come il morso di un serpente e il "serpente piercing" Satana, che è associato con la Bestia del mare. 
     
  • Stigma nella lingua inglese è definito come "un marchio di infamia o di vergogna". 
     
  • Charagma, epi, e Chi-XI-stigma (666) tutti hanno un significato importante. Essi dipingono il quadro chiaro di una superficie che è perforata da una punta acuminata. Dopo aver studiato la definizione in greco è facile capire che il marchio della bestia potrebbe essere strettamente collegato ai microchip impiantati come il Verichip, che sono iniettati attraverso una siringa e sono usati massicciamente nelle transazioni commerciali e quindi per tutto ciò che riguarda la "sicurezza".
È difficile ignorare tutte queste somiglianze e in più quando il Verichip è già da tempo realmente utilizzato per comprare e vendere. Dobbiamo onestamente ponderare tutti gli elementi di prova quando si considera tale possibilità. Tutto questo è molto di più di una semplice "coincidenza" così ..VEGLIATE..!!.



note:

(1)
http://www.contactlessnews.com/2004/12/10/convergence-of-contactless-payment-identity-and- other-services-in-05

(2)
http://www.networkworld.com/news/2005/040405widernetchip.html






13 gennaio 2011

ORIGINE DEI FALSI PROFETI


Un elemento molto importante nell'ambito del ministerio e dei doni profetici è, il pericolo riguardo alle motivazioni sbagliate.

Quando parliamo di falsi profeti, non ci stiamo riferendo agli operatori dell'occulto (Astrologi chiromanti maghi ecc.) evidentemente tali, ma piuttosto ai falsi profeti nella chiesa. Questo perché, agendo con un vero dono ma non avendo un vero carattere di profeta possono essere molto distruttivi...

Premessa


--- Dall'abbondanza del cuore la bocca parla(Matt.12:34)

--- Lo Spirito della profezia è la testimonianza di Gesù (Ap. 19:10)

--- Custodire il cuore (Pr, 4:23); se il cuore non è puro potremmo travisare la rivelazione dello Spirito Santo

--- La parola si è fatta carne (Gv. 1:14); la Parola di Dio dovrebbe diventare carne anche in noi. L'albero si riconosce dai frutti.

Le fasi dei falsi profeti


Quantunque tutti quanti veniamo meno nel nostro rapporto con Dio, ci sono comunque tre difetti fondamentali del carattere che hanno a che vedere con l'egoismo.

--- Nella lettera di Giuda troviamo una chiara descrizione di questi: "Guai a loro! Perché si sono incamminati per la via di Caino, e per amor di lucro si sono gettati nei traviamenti di Baalam, e sono periti per la ribellione di Kore".

Caino: rappresenta la caparbietà, il suo nome vuole dire "fabbricante costruttore", uno che si fa da sé. 

--- La caparbietà è il desiderio di volere fare le cose a modo nostro invece che al modo di Dio, e sottometterci a coloro che Dio ha stabilito in autorità (vedi Genesi Cap. 4). Rabbia, depressione e autocommiserazione (forgiare scuse e incolpare altri) sono le conseguenze della caparbietà. 

--- Un altro esempio è quello di Lucifero e Adamo che fecero a modo loro, e furono entrambi scacciati dalla loro dimora. così anche Caino fu scacciato via dalla presenza di Dio e divenne fuggiasco. Giuda 13 parla di costoro come di "stelle erranti".

Baalam: la Bibbia dice che Baalam era un profeta da cui Dio andò di persona (Num.22:9), ma Più tardi egli pervertì il suo ministerio.


--- Il suo nome significa "divoratore della gente";

--- Giuda descrivendo questi falsi profeti dice: "banchettano con voi senza ritegno, pascendo se stessi" (Giuda 12). "Camminano secondo le loro passioni" (Giuda 16).

Questa può essere la tentazione più grande, usare la nostra posizione, l'autorità e il potere che abbiamo per servire noi stessi. 
 
--- Ci sono tre campi principali in cui questa tentazione opera: Il campo finanziario e politico, quello emotivo e quello sessuale.

--- Il primo campo in cui Baalam fu tentato era quello finanziario, accettando per amor di lucro di acconsentire alla richiesta di Balak.
 
--- La maggior parte di noi, forse non avrà a che fare con una cosa così sfacciata, ma il condizionamento di coloro che ci sostengono finanziariamente potrebbe indurci a diluire il messaggio di Dio per compiacere agli uomini.

--- E' giusto che coloro che predicano il vangelo ne traggano sostentamento, ma se cominciano a rivolgere il loro ministerio a coloro che hanno ricchezze ed influenza, invece di ministrare fedelmente senza riguardi a qualità di persone si rischia di prostituire il ministerio stesso (Num. 22:20-22).

--- L'aspetto più subdolo di questo difetto, è la tendenza a ricercare la gloria e approvazione umana, così da cambiare il messaggio in modo che possa piacere alla gente.

--- Consideriamo le parole di Gesù:" Chi parla di suo cerca la sua propria gloria; ma chi cerca la gloria di colui che l'ha mandato, è veritiero e non c'è ingiustizia in lui" (Gv. 7:18; 5:44).

--- La tendenza a cercare gloria e gratificazione personale è spesso collegata al rifiuto che molti hanno subìto, ma se stiamo cercando di compiacere all'uomo non possiamo essere servi fedeli di Cristo. (Ga. 1:10).

--- Un altro aspetto del difetto caratteriale di Baalam, che entra spesso attraverso la porta del rifiuto di precedenti esperienze è, l'immoralità sessuale.

--- Alcuni che non sono stati guariti dalle ferite di questo rifiuto, nella loro ricerca di accettazione, sono caduti in relazioni illecite con coloro ai quali stavano ministrando.

--- A motivo del carattere soprannaturale e sensazionale del ministerio profetico, c'è una tendenza ad essere messi in soggezione non solo dal dono ma anche da chi lo possiede.

--- Dove è presente il difetto "divoratore di gente" di Baalam, è facile usare la propria posizione e autorità per ingaggiare relazioni emotive improprie, e da lì, il passo verso l'immoralità sessuale è breve.

--- Ricordiamo che la nostra eredità è celeste e che la nostra ricompensa viene dal Signore (Pr. 20:21).

--- La fine di Baalam è purtroppo triste, colui che era stato chiamato potentemente da Dio , muore come un divinatore (Giosuè 13:22).

 --- Kore : Il suo nome significa letteralmente: "calvo o scoperto"; lui rappresenta la ribellione spesso presente nella vita dei falsi profeti.

--- Kore e altri uomini importanti di Israele, insorsero contro Mosè e Aronne, con l'accusa che avevano preso troppa autorità su di loro mentre agli occhi di Dio tutta la casa di Israele era santa (Numeri 16). Questo movimento apparentemente democratico, di fatto era stato ispirato dal desiderio personale di Kore di avere lui stesso autorità. Allo stesso modo molti falsi profeti oggi cercheranno di usare una dottrina di eguaglianza come mezzo per stabilire loro stessi in una posizione di autorità che però non gli spetta (II Co. 10:13).

--- Il fatto che Kore fosse un uomo rinomato e famoso in Israele. non gli dava il diritto di assumersi un'autorità spirituale. Dio, e non il popolo, aveva posto Mosè e Aronne in autorità.

--- E' possibile che Kore fosse stato chiamato da Dio per occupare una posizione nella leadership della nazione di Israele, maggiore di quella che aveva al momento, ma non seppe sostenere la prova della pazienza. C'è un processo di formazione che riguarda il carattere del ministerio, altrimenti si rischia di distruggere il ministerio e le persone alle quali esso è rivolto. Cristo non volle accettare dal nemico una corona senza croce, Egli seguì fedelmente la strada tracciata per Lui dal Padre (Mt. 7:12-14).

--- E' possibile che Kore possedesse doni e capacità persino maggiori di Mose, ma non era stato scelto come guida da Dio in quel momento. Imparare ad aspettare Dio è un segno che riconosciamo qual'è la fonte della vera autorità spirituale, e che questa non dipende da noi o da quanto siamo dotati, ma dal Signore (Za. 4:6).

--- Il carattere ribelle di Kore porta a disprezzare e mormorare contro l'autorità stabilita da Dio, che di fatto è ribellione verso Dio e le sue scelte. Se non ci occupiamo della caparbietà di Caino, della ricerca di sè di Baalam, il passo verso la ribellione di Kore sarà successivo.

--- Questo difetto caratteriale è la fonte del pettegolezzo e delle accuse che a tutt'oggi devastano le chiese, e viene alimentato dall'ambizione egoistica di coloro che sono dotati ma impazienti:"sono dei mormoratori degli scontenti.. la loro bocca proferisce cose oltremodo gonfie e circondano d'ammirazione le persone per interesse" (Giuda 16).

--- La caparbietà di Caino diventa ricerca di se in Baalam e infine esaltazione di se stessi in Kore; La parola del Signore ci dice: "Chiunque si innalzerà sarà abbassato" (Mt.23:12).

La fine di Kore e della sua gente fu terribile, essi scesero vivi all'inferno!
Un forte contrasto con Enoc ed Elia rapiti in cielo e che in terra camminarono con Dio.

--- Ricordiamo in conclusione che l'albero si riconosce dai frutti (Mt. 7:15-16); Elia Fu uomo di miracoli e di grande autorità, ma non pervertì il suo ministerio per interesse personale. Enoc non fece miracoli ma fu assai prezioso agli occhi di Dio. Il profeta Eliseo non volle accettare mai compromessi o regali ( IIRe 5:15-16;Pr.15:27). 
 
--- Come dobbiamo comportarci davanti a questi credenti piegati e piagati da questi difetti caratteriali?

L'atteggiamento deve essere quello di aiutare se possibile chiunque sia in difficoltà (anche i lupi) evitando comunque di sacrificare le pecore. La risposta ancora una volta viene dal Signore e dalla Sua Parola:" conservatevi nell'amore di Dio, aspettando la misericordia del nostro Signore Gesù Cristo, a vita eterna. Abbiate pietà di quelli che sono nel dubbio; salvateli strappandoli dal fuoco; e degli altri abbiate pietà mista a timore, odiando perfino la veste contaminata dalla carne"(Giuda 21-23)







nota aggiuntiva finale:

''Non giudicate secondo l'apparenza, ma giudicate secondo giustizia'' (Giovanni 7:24)


in questi temi, a volte palesi, ma a volte abbastanza delicati e complessi è opportuno utilizzare un sobrio discernimento. quando a giudicare qualcuno che si trova o trovava in autorità sono persone che hanno anch'esse un qualche desiderio personale non conforme all'Evangelo di Gesù Cristo che è secondo pietà, e ogni loro azione è dettata dalla ribellione, dal dubbio, da una mente carnale calcolatrice e non sottomessa a Cristo si può in realtà avere a che fare con uno spirito di Jezebel. ogni cosa deve essere giudicata con uno spirito di mansuetudine e amore come è scritto (1). la regola cristiana dell'amore vale sempre e comunque, valutando se è presente nell'operare dei presunti ''falsi profeti'' e valutando se è presente anche in coloro che li accusano, oppure se i presunti ''falsi profeti'' vengono soltanto accusati violentemente e soprattutto con scherno. l'albero si riconosce dai frutti.. e questo vale non solo per i ''falsi profeti'' o ''manipolatori'' ma anche per coloro che li accusano.


(1) ''Fratelli, se uno viene sorpreso in colpa, voi, che siete spirituali, rialzatelo con spirito di mansuetudine. Bada bene a te stesso, che anche tu non sia tentato.'' (Galati 6:1)


Pace del Signore.










Share |
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

blogger templates |