24 ottobre 2014


Secondo la Parola di Dio, i cristiani debbono vivere ogni giorno come se "la fine di tutte le cose fosse vicina". Dobbiamo aspettare sempre la Sua venuta. Dobbiamo essere svegli e diligenti, come servitori che aspettano il loro padrone che ritorna da un lungo viaggio. Come Paolo, dovremmo gioire perché lasceremo questa terra per rivestire corpi nuovi. Dovremo desiderare sempre di essere col nostro Signore.

Nel mio libro "Mettiti la Tromba alla Bocca", avverto che sta per scoppiare in America un olocausto ad idrogeno e che la Russia ci inonderà di missili balistici dal Polo Nord. Sarà un colpo massiccio, con lo scopo di distruggere questa nazione prima che possa ricorrere a rappresaglie. (La CIA recentemente ha scoperto un numero incredibile di città sotterranee che sono equipaggiate per proteggere il loro governo e tutta la società elitaria). A questo messaggio molti ministri si sono arrabbiati - persino dei pastori carismatici hanno bandito questo libro dalle loro chiese. Gli evangelisti e gli insegnanti mi hanno chiamato falso profeta. Perfino una persona ha scritto un libro definendomi un classico esempio di falso profeta del giorno del giudizio universale. Ha detto anche: "Tutte le predicazioni negative vengono dal diavolo. Il vangelo è solo buone notizie. Nessuna di queste predicazioni sul giudizio e sull'inferno, tutto questo parlare di peccato - è tutto falso!".

Con questa definizione anche Pietro rientra nel numero dei falsi apostoli! L'epistola di Pietro non fa parte dell'evangelo? Eppure l'apostolo avvertiva: "Mentre i cieli e la terra attuali sono riservati dalla stessa parola per il fuoco, conservati per il giorno del giudizio e della perdizione degli uomini empi. Ora, carissimi, non dimenticate quest'unica cosa: che per il Signore un giorno è come mille anni, e mille anni come un giorno. Il Signore non ritarda l'adempimento della sua promessa, come alcuni credono che egli faccia, ma è paziente verso di noi, non volendo che alcuno perisca, ma che tutti vengano a ravvedimento. Ora il giorno del Signore verrà come un ladro di notte; in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi si dissolveranno consumati dal calore e la terra e le opere che sono in essa saranno arse. Poiché dunque tutte queste cose devono essere distrutte, come non dovreste voi avere una condotta santa e pia, mentre aspettate e affrettate la venuta del giorno di Dio, a motivo del quale i cieli infuocati si dissolveranno e gli elementi consumati dal calore si fonderanno? Ma noi, secondo la sua promessa, aspettiamo nuovi cieli e nuova terra, nei quali abita la giustizia" (2 Pietro 3:7-13).

I Giudizi Severi Di Dio,
Che Sono Stati Riservati e Conservati,
Ci Devono Spronare A Vivere Santamente

Nel greco originale, è come se 2 Pietro 3:11 dicesse: "Alla luce di quello che verrà dissolto, da quale paese provieni?". Sei di questa terra, che si dissolverà? O sei un cittadino della Sion celeste, la città il cui fondatore è Dio? Pietro sta dicendo che questa informazione dataci da Dio, cioè che la terra e il cielo attuali verranno distrutti, deve incoraggiarci a vivere santamente e a considerare questo mondo alla leggera. Pietro continua dicendo nel verso 14 che non dovremmo aver paura della distruzione, ma dovremmo aspettarla, per anticiparla e, così facendo, tenere puliti i nostri vestiti! "...Perciò carissimi, aspettando queste cose, fate in modo di essere trovati da lui immacolati e irreprensibili, in pace".

Se mai Pietro fosse risorto e potesse visitare l'odierna America, sarebbe scioccato da tutte le predicazioni sdolcinate e candide pronunciate da quelli che chiamo "profeti con i cuscini"! Pietro chiederebbe loro: "Perché non state avvertendo le persone che sta arrivando la distruzione? Dio mi ha dato questo messaggio direttamente tramite lo Spirito Santo! Perché non ci credono? Perché queste parole non provocano in loro una vita santa? Non sanno che Gesù ha dato lo stesso messaggio quando disse: Il sole si oscurerà, la luna non darà più il suo chiarore, le stelle del cielo cadranno e le potenze del cielo saranno scrollate?" (Matteo 24:29). Isaia, il profeta, dice: "Tutto l'esercito del cielo si dissolverà, i cieli si arrotoleranno come un libro, ma tutto il loro esercito cadrà, come cade la foglia dalla vite, come cade un frutto appassito dal fico" (Isaia 34:4). Giovanni sull'isola di Patmos ci dice: "...Poi vidi quando egli aperse il sesto sigillo; ed ecco, si fece un grande terremoto, e il sole divenne nero come un sacco di crine, e la luna divenne come sangue; e le stelle del cielo caddero sulla terra, come quando il fico scosso da un gran vento lascia cadere i suoi fichi acerbi. Quindi il cielo si ritirò come una pergamena che si arrotola, ed ogni montagna ed isola fu smossa dal suo luogo" (Apocalisse 6:12-14).

L'Ignoranza Volontaria Dei Giusti Giudizi Di Dio

Pietro dava questi ammonimenti meravigliosi per sollecitare le menti pure e per far loro ricordare gli avvertimenti dei profeti (vedi 2 Pietro 3:1-2). Nonostante ci sono Cristo, gli apostoli, i profeti e le sentinelle che avvertono di quello che avverrà, ci saranno alcuni pastori camuffati, che camminano secondo le loro proprie voglie, che ridicolizzeranno il messaggio della venuta di Cristo... "Negli ultimi giorni verranno degli schernitori, che cammineranno secondo le loro proprie voglie, e diranno: Dov'è la promessa della sua venuta? Da quando infatti i padri si sono addormentati, tutte le cose continuano come dal principio della creazione" (2 Pietro 3:3-4). Pietro chiama questi pastori camuffati dei bugiardi! Le cose non continuano "come al solito", come dal principio della creazione! Questi predicatori ignorano volontariamente gli avvertimenti passati del giudizio divino. "Ma essi dimenticano volontariamente che... il mondo di allora, sommerso dall'acqua, perì" (2 Pietro 3:5-6).

Questa è una cosa seria! Pietro diceva: "Sanno che c'era stato una volta un predicatore di giustizia chiamato Noè, che aveva avvertito dei giudizi per 120 anni. Sanno che Dio aveva già dimostrato al mondo che giudicava la malvagità e la violenza. Sanno che Dio aveva mandato un diluvio che aveva distrutto tutti gli esseri viventi della terra!". No, le cose non continuano come dal principio! Ma abbiamo degli insegnanti, dei falsi profeti, dei predicatori di pace e di prosperità, che sanno che la Bibbia è piena di avvertimenti, piena di esempi di come Dio giudica il peccato (es.: la distruzione di Sodoma, la distruzione di Gerusalemme), ma volontariamente li ignorano. Perché? Perché camminano secondo le loro proprie voglie! Il loro desiderio di popolarità, la voglia di essere accettati, li ha resi ciechi a tutti i giusti giudizi di Dio. Li ha portati ad abbracciare dottrine "del regno attuale", tutte cose che assecondano le loro proprie voglie. Spiritualizzano il fuoco! Spiritualizzano la distruzione, rimandano la venuta di Gesù ad una data molto futura, ad un tempo nel quale prenderanno il dominio.

Questi predicatori stanno uccidendo il convincimento dello Spirito Santo! Predicano esattamente il contrario del messaggio di Pietro e degli apostoli. Pietro ammoniva: "...Ma noi, secondo la sua promessa, aspettiamo nuovi cieli e nuova terra, nei quali abita la giustizia. Perciò, carissimi, aspettando queste cose, fate in modo di essere trovati da lui immacolati e irreprensibili, in pace" (2 Pietro 3:13-14). Oggi si sente dire invece: "Gesù non ritorna presto, almeno non finché avremo preso il dominio - tutto questo gran parlare di fuoco e di distruzione è soltanto simbolico. Siamo qui per rimanerci - non Lo incontreremo nelle nuvole. Perciò rilassiamoci! Mettiamoci in condizione di diventare qualcuno in questa nuova situazione!". Ad un mio amico pastore che era coinvolto in questa dottrina hanno detto che la sua ditta di marmi sarebbe diventata una ditta di marmi del "nuovo regno" - la più grande e la migliore! Ora quel mio amico è in bancarotta, ma è libero da ogni inganno.

Questo è il vero evangelo, secondo Pietro: "...I cieli e la terra attuali sono riservati dalla stessa parola per il fuoco, conservati per il giorno del giudizio e della perdizione degli uomini empi" (2 Pietro 3:7). L'America dovrebbe essere già stata distrutta dal fuoco! Quel fuoco conservato avrebbe già dovuto dissolvere ogni cosa. Il primo milione di aborti avrebbe già dovuto riempire la coppa del giudizio! Stiamo annegando in un oceano di sangue di bambini! L'ultimo milione di stupri avrebbe già dovuto richiamare il fuoco divino! Quando i bambini vengono molestati, assassinati e picchiati, Dio avrebbe già dovuto far piovere del fuoco e dello zolfo su di noi! Gli ultimi dieci miliardi di droga, con tutta la violenza, i furti e le rapine che hanno comportato, avrebbero dovuto fargli lanciare il colpo finale. Il giorno che la nostra Corte Suprema che storto il naso contro Dio, togliendo la preghiera, la Bibbia e ogni cosa sacra dalle nostre vite e dalle nostre scuole - non è stato un affronto contro Lui? Allo stesso tempo è diventato legale l'omicidio di milioni di bambini, e sono stati riconosciuti i diritti degli omosessuali!

Perché siamo stati pazientemente risparmiati fino ad ora? Per la stessa ragione per cui Dio ha aspettato pazientemente 120 anni ai giorni di Noè: "...quando la pazienza di Dio aspettava ai giorni di Noè mentre si fabbricava l'arca, nella quale poche persone, otto in tutto, furono salvate attraverso l'acqua" (1 Pietro 3:20). Il Signore non prende alcun piacere nella morte dell'empio. Anche adesso "è paziente verso di noi, non volendo che alcuno perisca, ma che tutti vengano a ravvedimento" (2 Pietro 3:9). Lui sta aspettando la preparazione di Sion, il Suo popolo santo degli ultimi giorni. Sta versando il Suo Santo Spirito, dandoci uno spirito di ravvedimento. Sta facendo a pezzi gli idoli e sta chiamando un popolo consacrato interamente a Lui, senza macchia alcuna, irreprensibile.

Molti Credenti Verranno Travolti
Da Un Grande Diluvio Di Iniquità

Gesù avvertiva che alla vigilia della distruzione, alla mezzanotte dell'umanità, l'amore di molti credenti si raffredderà: "E perché l'iniquità sarà moltiplicata, l'amore di molti si raffredderà" (Matteo 24:12). La versione New American Standard dice: "l'amore della maggior parte si raffredderà". Nel greco originale si riferisce ad "un gran numero, un grande esercito". Pensate: il giudizio è alle porte, gli angeli di Dio sono pronti per lanciare il fuoco, per scatenare un'esplosione cosmica che travolgerà tutta la natura - e molti cristiani continuano a proseguire verso la meta sbagliata! "Raffreddare la cera" significa "ridurre della temperatura per gradi; evaporare poco a poco". Proprio mentre ci si aspetta che i credenti siano svegli ed in attesa, quando dovrebbero essere consapevoli, inondati dallo zelo e dall'amore, si raffredderanno poco a poco! Una grande moltitudine perderà il proprio amore.

In questi ultimi giorni ci saranno molti ingannatori e falsi profeti e molte persone li seguiranno: "Poiché sono apparsi nel mondo molti seduttori" (2 Giovanni verso 7). "E molti seguiranno le loro deleterie dottrine, e per causa loro la via della verità sarà diffamata" (2 Pietro 2:2). "Vi sono infatti... molti insubordinati, ciarloni e seduttori, ai quali bisogna turare la bocca; questi sovvertono famiglie intere, insegnando cose che non dovrebbero, per amore di disonesto guadagno" (Tito 1:10-11). Satana sta già riversando un diluvio di malvagità contro il popolo di Dio, nell'ultimo sforzo di "portarli via". "E il serpente gettò dalla sua bocca, dietro alla donna, dell'acqua come un fiume, per farla portare via dal fiume" (Apocalisse 12:15).

Il consigliere del Presidente per la lotta alla droga in America recentemente ha detto: "Nella lotta alla droga stiamo perdendo - non abbiamo più il controllo". Sono crollate le nostre mura e la droga sta entrando da ogni angolo. Dietro a questo diluvio c'è Satana stesso! La pornografia è un diluvio infrenabile. In effetti, la pornografia infantile è diventata quella più popolare! Vengono glorificati gli incesti, gli stupri, e le molestie sui bambini. Li commettono mariti, padri e uomini d'affari. Tutto questo viene dalla mente del diavolo! La ragione per cui consiglio ai cristiani di bandire la televisione dalle loro case è perché porta un diluvio di diritti malefici! Gesù avvertiva che l'iniquità si sarebbe moltiplicata e che l'amore si sarebbe raffreddato. In altre parole, se ci rifiutiamo di fermare il diluvio di pensieri malvagi che il diavolo provoca nelle nostre menti, la nostra purezza innocente verrà travolta e il nostro amore per Cristo svanirà.

Tu che leggi questo messaggio, stai amando Gesù con passione? Il tuo amore per Lui è fervente e crescente? Puoi immaginare di essere uno di quelli che si raffredderà man mano che si avvicina la mezzanotte? La triste verità è che molti di quelli che sono stati liberati dal peccato, dalle chiese morte, dalle false dottrine, dalla confusione e dalla mondanità, torneranno indietro. Saranno travolti dallo spirito di questo mondo, andranno dietro a cose che li spingeranno ai piaceri, e saranno risucchiati da un diluvio di passioni! Diranno: "Mi sono spinto troppo oltre. Non riesco più a separarmi dal mondo - voglio godermi la vita! Ne ho abbastanza di starmene in guardia, di stare così attento! E' troppo pesante!". Cercheranno sicuramente degli insegnanti e delle chiese che predicano un evangelo facile! Il loro amore poco a poco si raffredderà, diventeranno prima tiepidi ed infine freddi.

Molti stanno per raffreddarsi perché hanno lasciato quello che credono sia un "duro lavoro". Gesù radunò i suoi discepoli e gli fece sapere che Lui avrebbe dovuto essere tutto per loro. Le loro vite si sarebbero dovute concentrare su di Lui. Il Suo corpo sarebbe stato il loro pane, il Suo sangue la loro bevanda. Non avrebbero dovuto avere altro sostentamento nella vita. "Udito questo, molti dei suoi discepoli dissero: Questo parlare è duro, chi lo può capire? ...Da quel momento molti dei suoi discepoli si tirarono indietro e non andavano più con lui" (Giovanni 6:60,66). Semplicemente lo lasciarono! Rinunciarono dicendo: "Il suo messaggio è troppo duro - non fa per noi! Non capiamo perché deve essere così difficile! E' troppo!" [Non mi sto riferendo qui ad una "pesantezza dei costumi". Ci sono delle volte che anche il popolo di Dio più devoto ha dei momenti di aridità, perché per un giorno o per una settimana si è allontanato dal Suo riposo. Ma queste persone ritornano presto e si spaventano al solo pensiero di tornare indietro ai tempi in cui vivevano nella carnalità].

Perfino I Guai di Dio Dovrebbero
Essere Come Miele Dal Cielo Per Noi

Dobbiamo imparare ad accettare ogni parola da parte Sua come miele dal cielo. Puoi misurare l'amore di ogni credente per il Suo Signore dal rispetto che questo o questa possiede per ogni parola che procede dalla bocca di Dio. Un predicatore una volta ha detto: "Non posso servire un Dio d'ira! Non predicherò niente sull'incoraggiamento - nessun rimprovero! Ne ho abbastanza di tutti questi lamenti e di tutti questi guai!". Questa persona non sa niente del miele di Dio.

Il Signore istruì Ezechiele: "Figlio d'uomo, alzati in piedi ed io ti parlerò... Ti mando ai figli di Israele, a nazioni ribelli che si sono ribellate contro di me; essi e i loro padri si sono rivoltati contro di me fino a questo giorno. Sono figli dalla faccia dura e dal cuore ostinato... Ma tu, figlio d'uomo, ascolta ciò che ti dico; non essere ribelle come questa casa ribelle; apri la bocca e mangia ciò che ti do... Io guardai, ed ecco una mano tesa verso di me; ed ecco in essa vi era il rotolo di un libro. Egli lo distese quindi davanti a me; era scritto di dentro e di fuori e vi erano scritti lamenti, gemiti e guai" (Ezechiele 2:1-10).

I lamenti di Dio erano come miele per i profeti: "Ma tu non essere ribelle...". Come poteva essere ribelle Ezechiele? Non predicando la verità sui giudizi che Dio gli aveva dato. "..Una mano tesa verso me.." Era la mano di Dio! La mano di Dio conteneva un rotolo scritto di dentro e di fuori con "lamenti, gemiti e guai" - tutti scritti dal dito di Dio. Cosa doveva fare Ezechiele con tutte queste parole dure da parte di Dio? Doveva mangiarle! Doveva cibare il suo stomaco! "Quindi mi disse: Figlio d'uomo, mangia ciò che tu trovi; mangia questo rotolo, poi va' e parla alla casa d'Israele. Così io apersi la bocca ed egli mi fece mangiare quel rotolo. Poi mi disse: Figlio d'uomo, ciba il tuo ventre e riempi le tue viscere con questo rotolo che ti do. Così io lo mangiai e fu nella mia bocca dolce come il miele" (Ezechiele 3:1-3).

Era cibo dal cielo, manna e miele! "...Riempi le tue viscere con questo rotolo che ti do". Le viscere rappresentano il cuore. "Mangiare il rotolo" significa "prenderlo a cuore - guardarlo attentamente!". "...Poi lo mangiai e fu nella mia bocca dolce come il miele". Geremia disse che tutti i profeti del passato avevano avvertito dei giudizi e dei guai. "I profeti che vennero prima di me e prima di te, fin dai tempi antichi profetizzarono contro molti paesi e contro grandi regni, guerra, fame e peste" (Geremia 28:8). Tutti i profeti vissero da ogni parola che usciva dalla bocca di Dio - sia dalle buone parole che da quelle tristi. Le considerarono tutte come miele!

L'amore di Davide per il Signore non si raffreddò mai perché aveva rispetto per ogni Sua parola, sia positiva che negativa. "Il timore dell'Eterno è puro, rimane in eterno; i giudizi dell'Eterno sono verità, tutti quanti sono giusti; essi sono più desiderabili dell'oro, sì, più di molto oro finissimo; sono più dolci del miele, di quello che stilla dai favi. Anche il tuo servo è da essi istruito; vi è grande ricompensa ad osservarli" (Salmo 19:9-11). Per mezzo di essi il tuo servo è ammonito! Chi ammonirà quelle pecore deluse, i cui pastori evitano i rotoli pieni di guai e lamentazioni? Chiamano queste cose delle predicazioni sul giorno del giudizio, profezie negative e false! Invece Davide e i profeti le chiamavano dolce miele!

La cosa più dolce e misericordiosa che Dio sta facendo oggi per il Suo popolo è quella di mandare ancora una volta dei profeti senza paura e delle sentinelle che sveglino la chiesa, che instillino il timore di Dio. Com'è dolce quel suono: "Fuggi dall'ira di Dio..." E' miele! "Senza santificazione nessuno vedrà Dio..." E' miele! "La terra e le sue opere saranno consumate dal fuoco..." E' miele! Puoi dire insieme a Geremia: "Appena ho trovato le tue parole, le ho divorate; la tua parola è stata per me la gioia e l'allegrezza del mio cuore..." (Geremia 15:16)?

Un angelo diede a Giovanni un libro pieno dei giudizi finali di Dio: "..Ed egli [l'angelo] mi disse: Prendi e divoralo ed esso renderà amare le tue viscere, ma nella tua bocca sarà dolce come miele" (Apocalisse 10:9).

Solo Quelli Che Persevereranno
Fino Alla Fine Saranno Salvati

Gesù avvertiva: "...Ma coloro che persevereranno fino alla fine saranno salvati" (Matteo 24:13). Questo ci parla di coloro il cui amore non si raffredderà, ma piuttosto crescerà e persevererà anche attraverso le prove. Timoteo lega questo concetto alla nostra attitudine verso la sana dottrina: "Verrà il tempo, infatti, in cui non sopporteranno la sana dottrina... e distoglieranno le orecchie dalla verità per rivolgersi alle favole" (2 Timoteo 4:3-4). In questi ultimi giorni c'è una grande resistenza alla dottrina pura ed incorrotta. La sana dottrina rende santi chi la ascolta; ma molti non vogliono averci niente a che fare - non la sopportano! Ci sarà un rifiuto totale delle predicazioni che spingono alla santità e degli avvertimenti profetici, e questo causerà un grande decadimento. "...Perché hanno rifiutato di amare la verità per essere salvati. E per questo Dio manderà loro efficacia di errore, perché credano alla menzogna, affinché siano giudicati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma si sono compiaciuti nella malvagità!" (2 Tessalonicesi 2:10-12).

Ci saranno migliaia di cristiani così freddi a mezzanotte che neppure i giudizi di Dio li faranno tornare a Dio. Come Israele quando si era allontanato, così queste persone rinnegheranno Dio dicendo: "Che venga il giudizio! Ci alzeremo di nuovo e ricostruiremo!". I giudizi stavano cadendo su Israele - l'ira di Dio era su di loro - "tuttavia il popolo non torna a colui che lo colpisce e non cerca l'Eterno degli eserciti" (Isaia 9:12). Geremia piange per il suo popolo: "...Tu li hai colpiti, ma non hanno sentito alcun dolore; li hai consumati, ma hanno rifiutato di ricevere la correzione. Essi hanno indurito la loro faccia più della roccia e hanno rifiutato di tornare" (Geremia 5:3). Abbiamo questo avvertimento da parte di Pietro: "Voi dunque, carissimi, conoscendo già queste cose, state in guardia per non venire meno nella vostra fermezza, portati via dall'errore degli empi. Crescete invece nella grazia e nella conoscenza del Signore e Salvatore nostro Gesù Cristo.." (2 Pietro 3:17-18). Non lasciatevi portare via dal peccato o dalle false dottrine o dalla rabbia contro la Parola!

Ad un mio amico ministro gli erano rimasti pochi mesi da vivere, poiché gli avevano diagnosticato un cancro in fase terminale. Gli chiesi: "Quali cambiamenti ha provocato nella tua vita questa brutta notizia? Preghi di più? Cerchi di ottenere il meglio dai tuoi giorni? Gesù è più reale per te?". Mi rispose: "Non è cambiato niente!". Sembrava che le sue emozioni fossero congelate - ciò che era stato, quello era rimasto. La morte non lo aveva spinto a fare opere maggiori! Sarà così anche quando cadranno i terribili giudizi. L'amore freddo sarà ancora più freddo, uno stupore cadrà su queste persone. Come molte vittime dell'AIDS, la morte imminente li renderà ancora più duri. In Apocalisse 9 vedremo cadere i terribili giudizi di Dio e delle piaghe sull'umanità. Un terzo dell'umanità verrà uccisa dal fuoco "e il resto degli uomini, che non furono uccisi da queste piaghe, non si ravvide ancora dalle opere dalle loro mani e non cessarono di adorare i demoni e gli idoli d'oro... né si ravvidero dei loro omicidi né dalle loro magie né dalle loro fornicazione né dai loro furti" (Apocalisse 9:20-21). "E [essi] bestemmiarono il Dio del cielo, a causa delle loro sofferenze e dalle loro ulcere, ma non si ravvidero dalle loro opere" (Apocalisse 16:11).

L'amore freddo è abbastanza concreto: anima e indurisce! L'amore si misura facilmente - non è mistico - non è sentimenti. Questo è l'amore: se Gli ubbidiamo e ascoltiamo i Suoi comandamenti! "Questo infatti è l'amore di Dio: che noi osserviamo i suoi comandamenti, e i suoi comandamenti non sono gravosi" (1 Giovanni 5:3).





© David Wilkerson









Share |

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

blogger templates |